Scuola

E’ partito ufficialmentte il nuovo anno scolastico n tutti in plessi del territorio comunale di Sabaudia afferenti agli istituti “V.O. Cencelli” e “Giulio Cesare”. Gli studenti hanno ripreso possesso delle proprie aule riappropriandosi degli spazi scolastici di cui erano stati privati nei lunghi mesi passati a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ha commentato il consigliere delegato Francesca Marino:“Nonostante le difficoltà che istituti e amministrazione comunale si sono trovati a dover affrontare, complici i ritardi delle attività ministeriali  le scuole di Sabaudia tornano ad accogliere i propri studenti, dalla materna alla scuola superiore di secondo grado, garantendo loro la fruizione dell’attività didattica in presenza. Sono diverse le procedure alle quali anche i nostri bambini e ragazzi dovranno sottostare, come ingressi scaglionati, percorsi prestabiliti, igienizzazionedelle mani e mascherina obbligatoria negli spazi comuni, ma sono sicura essi sapranno ben adattarsi al cambiamento come hanno già dimostrato in pieno lockdown. Con un po’ di sana collaborazione tra genitori, insegnanti, dirigenti scolastici e funzionari comunali, sono sicura questo anno possa proseguire senza intoppi, nella piena sicurezza degli studenti e di tutto il personale scolastico, docenti inclusi”.Ha aggiunto il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi: “In questo momento così delicato abbiamo tutti voglia di tornare alla normalità e di riappropriarci dei nostri spazi. Anche la scuola ora deve tornare ad accogliere e a svolgere la sua funzione educativa e formativa nella tradizionale fruizione dei luoghi, pur dovendo continuare a tenere alta l’attenzione e a rispettare le misure di prevenzione. A tutti i ragazzi auguro un sereno inizio di anno scolastico, ricordando loro quanto sia fondamentale la preparazione culturale e quanto questa sia un imprescindibile strumento per affrontare la vita nei diversi ambiti della sfera privata, sociale e professionale. Auguro loro di essere sempre protagonisti delle proprie scelte, di lasciarsi guidare dalla curiosità per il mondo circostante e dai loro sogni. Perchè anche in tempi di Covid-19 si può viaggiare con la fantasia e progettare il proprio futuro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui