Saldi

Sono  partiti ufficialmente iniziati il 12 gennaio, anche in provincia di Latina i saldi di fine stagione. Una partenza che non ha fatto registrare particolari afflussi, data probabilmente la giornata lavorativa. La giunta regionale del Lazio, che aveva approvato la scelta dell’avvio ufficiale degli sconti, aveva anche reso possibile per tutti i negozi far partire vendite promozionali in tutte le categorie già nei 30 giorni precedenti al 12 gennaio. Per questa ragione diversi esercizi commerciali avevano approfittato della possibilità applicando, già nelle scorse settimane, sconti che richiamassero l’attenzione degli acquirenti. I commercianti sperano più che mai nei saldi quest’anno per una ripresa dopo i lunghi mesi difficili della pandemia. Più di qualcuno è partito con ribassi del 30%, diversi hanno già applicato saldi anche del 50% e perfino del 70%. Oggi nessuna fila e nessun affollamento all’interno dei negozi, ma il vero banco di prova sarà il prossimo fine settimana.  Alla vigilia dell’avvio dei saldi è intervenuto anche l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato: “Il messaggio è di essere prudenti e cauti  evitare gli assembramenti che si sono stati durante il periodo delle compere per Natale e di cui oggi paghiamo le conseguenze con tanti casi legati a quegli errori. Le resse nei centri commerciali non vanno fatte perché sono un grande favore che facciamo al virus, meglio lo shopping sotto casa. La situazione per il piccolo commercio e per gli artigiani non è facile ma in questo momento è necessario rispettare le regole. E’ davvero inutile e dannoso accalcarsi in luoghi chiusi per fare acquisti. Dopo un anno questo tipo di considerazione dovrebbe essere quasi inutile ricordarla”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui