Legenda

 Anche a Sabaudia il 29 maggio è partita la stagione balneare: anche a Sabaudia si può tornare al mare, prendere il sole e fare il bagno seppur con alcuni accorgimenti necessari per fronteggiare l’emergenza coronavirus: resta invariato il divieto di fare assembramenti e il rispetto del distanziamento socialecompreso l’uso di mascherine e guanti monouso per l’accesso in spiaggia, nonché gli altri obblighi che la Regione Lazio ha introdotto per le spiagge libere e gli stabilimenti balneari: tra questi, almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone, divieto agli sport di gruppo e sanificazione quotidiana delle attrezzature per le spiagge private. Spiegano dal Comune di Sabaudia: “Il Comune di Sabaudia sta predisponendo un apposito piano di fruibilità in accordo con gli Enti comunali di Latina, Terracina e San Felice Circeo e con il Parco Nazionale del Circeo al fine di predisporre attività e linee guida congiunte, nel rispetto delle prescrizioni in vigore. Dopo un primo periodo di sperimentazione, Sabaudia approderà al sistema di prenotazione tramite applicazione web, indispensabile per assicurare il tracciamento sanitario obbligatorio per legge; attività che verrà effettuata già in questi giorni attraverso le discese di chioschi e stabilimenti e che è indispensabile per consentire alla Asl e alle autorità competenti di intervenire qualora dovessero verificarsi problemi o l’insorgere di cluster di contagio, al fine di garantire la salute pubblica e l’incolumità di cittadini. Si precisa che i dati personali rilasciati per il tracciamento sanitario saranno trattati nel rispetto delle normative vigenti e che sarà comunque possibile prenotare direttamente in loco, sempre rispettando il divieto di assembramento.  Al fine di verificare il rispetto delle misure di contrasto e contenimento dei contagi, proseguiranno su tutto il lungomare i controlli della Polizia Locale. Ha commentato il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi:“Stiamo lavorando da settimane per garantire la piena fruibilità del mare nel totale rispetto delle norme indicate dagli Enti sovraordinati per il contenimento del virus, grazie ad un’attività sinergica tra gli Uffici e con altri Enti comunali del litorale. Il contributo regionale di circa 345mila euro assegnato a Sabaudia, permetterà nei prossimi giorni di attivare tutta una serie di servizi per la sorveglianza, l’accoglienza e la puntuale informazione di cittadini e turisti, i quali potranno accedere liberamente sia a stabilimenti sia alla spiaggia libera, nonché un apposito sistema di prenotazione via applicazione web indispensabile alla tracciabilità sanitaria. Resta, ovviamente, la possibilità di prenotare direttamente sul posto, rispettando il divieto di assembramento”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui