Partita la Fiera di San Michele: “Un’opportunità per questo territorio”

Taglio del nastro

Mercoledì 27 settembre è stato tagliato il nastro per inaugurare  l’edizione 2017 della Secolare Fiera di San Michele, l’appuntamento cardine dell’economia locale che terminerà il 1° ottobre.
La Fiera, ad ingresso gratuito, è organizzata dall’Amministrazione comunale e si tiene nell’area mercato di Monticchio.
All’inaugurazione, insieme al Sindaco di Sermoneta Claudio Damiano, sono intervenuti il consigliere regionale Rosa Giancola, il Presidente della provincia Eleonora Della Penna, i rappresentanti dei Comuni di Latina, Aprilia, Norma e Cisterna, le autorità militari e religiose, le associazioni locali.
Ha detto il Sindaco Damiano: “La Fiera è fondamentale non solo come momento sociale ma anche per creare opportunità economiche alle attività produttive e rivendichiamo con orgoglio la scelta di proseguire con una tradizione attesa da tutti i cittadini dei Monti Lepini. Quest’anno lo sforzo organizzativo è stato maggiore per rispondere alle direttive sulla sicurezza emanate dal Ministero dell’Interno: un plauso dunque agli uffici comunali, l’ufficio tecnico, l’ufficio cultura e attività produttive, il segretario comunale per l’impegno dimostrato, i tecnici per lo spirito di squadra e, non ultimo, la signora Antonella Masocco.”
“Il Comune di Sermoneta rappresenta un esempio da seguire per la sua capacità di creare opportunità e sinergie tra i Comuni”,
gli ha fatto eco il Presidente Della Penna, a cui è seguito l’intervento del consigliere regionale Giancola che ha ricordato la sottoscrizione del Contratto di Fiume per la rinascita del Fiume Cavata.
Il pubblico troverà 2.000 metri quadri di esposizione, tra enogastronomia, mostra mercato, i butteri delle Paludi pontine, giochi per bambini, gli animali della fattoria.
Domani sera, 29 settembre alle 18 è in programma la Messa alla Chiesa Madonna del Fossato in onore di San Michele Arcangelo e, alle 21, lo spettacolo di Concetto Cipriani Band e gli stornelli romani de Le Maghe.
Sabato, invece, dopo l’esibizione degli sbandieratori e della scuola di danza, concerto dei Jalisse (vincitori del festival di Sanremo 1997 con “Fiumi di Parole”) insieme ai Tammurriata Rock, la band di Enrico Capuano. Domenica, infine, concerto di Daniele Sepe.

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *