Paolini affranto per aver provocato un incidente mortale

Paolini

L’attore di cinema e teatro Marco Paolini si è messo a disposizione degli agenti della Polizia stradale, dopo aver urtato con violenza con la sua Volvo una Fiat 500 in cui si trovavano due donne. Il fatto è avvenuto sull’autostrada A4, fra i caselli di Verona Sud e Verona Est. L’auto guidata da Paolini ha investito la city car, che dopo essere stata tamponata ha superato il limite fra le due carreggiate finendo sulla tangenziale ovest. La passeggera a bordo della 500, una donna vicentina di 52 anni, a causa dell’urto è andata in arresto cardiaco. Poi rianimata, è ricoverata in ospedale dove le sue condizioni restano gravi. Paolini ha subito detto: “E’ colpa mia”, ammettendo di essersi distratto fino a urtare l’altra auto mandandola fuori strada. Interrogato dalla Polstrada, ha detto che la sua distrazione non era causata dal cellulare, anche se risultano messaggi su Whatsapp ricevuti non molto tempo prima dell’incidente. L’attore, celebre per l’orazione teatrale Vajont, ha detto che starà vicino alle due donne coinvolte nell’incidente. Portato in caserma, ne è uscito dopo due ore per tornare a casa, a Dolo, nel Veneziano, accompagnato dai familiari. L’artista è indagato per lesioni gravissime.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *