PAKISTAN-CALDO-KILLER-535x300

Sono almeno 136 le persone morte a seguito di un’eccezionale ondata di calore in Pakistan. Tra le vittime si registrano principalmente bambini e anziani. L’ ondata si è sviluppata soprattutto in Pakistan meridionale. La città più colpita è Karachi dove le temperature hanno raggiunto i 46° centigradi. Soltanto 2° al di sotto del record registrato nel 1938. Tra le cause che contribuiscono ai decessi, oltre al caldo record, si annovera: il razionamento elettrico e il digiuno durante il periodo del Ramadan. In dichiarazioni alla tv DawnNews, il direttore esecutivo dell’ospedale Jinnah di Karachi Seemin Jamali ha indicato che «ben 85 persone sono morte solo da sabato sera» e che «la maggior parte delle quali avevano più di 50 anni». I media pachistani sottolineano che l’ondata di caldo è stata aggravata dai continui blackout elettrici che hanno colpito tutto il Paese. Inoltre l’emergenza atmosferica rende più complessa anche la vita quotidiana della gente che è impegnata a rispettare il mese santo di digiuno del Ramadan islamico.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui