imgresPadre Pio santo è il santo più amato dagli italiani, ha da sempre suscitato attorno a se una devozione incredibile, in grado di richiamare in Puglia migliaia di fedeli, in vita emanava un intenso e inspiegabile profumo di violette che si percepiva anche a distanza. Gli sono sempre state riconosciute capacità taumaturgiche, in grado di operare miracoli: il miracolo riconosciuto ufficialmente dalla Chiesa è quello che riguarda Matteo Colella un bimbo di sette anni di San Giovanni Rotondo che nel 2000 fu colpito da una meningite fulminante. Dopo alcune ore, i medici comunicarono alla mamma e al papà del piccolo, ormai in coma, l’impossibilità di fare qualcosa, le disperate preghiere dei genitori a Padre Pio furono esaudite e Matteo stupì i medici svegliandosi dal coma e guarendo.Dal 1910 a Padre Pio durante un periodo di riposo a Pietralcina , gli apparvero le stigmate su mani, piedi, spalla e costato e la Chiesa dapprima lo condannò con un decreto in cui si affermava che le stigmate non erano sovrannaturali, a Padre PIO non fu più consentito di celebrare la Messa né confessare. Pochi santi hanno suscitato reazioni così controverse come padre Pio, gli episodi miracolosi di cui fu protagonista se da un lato attirarono la devozione dei fedeli, dall’altro alimentarono molti sospetti proprio all’interno della Chiesa. Medici e studiosi del secolo scorso non riuscirono a venire a capo del mistero, alcuni ritenevano che fossero prodotte volontariamente da Padre Pio, altri invece sostenevano che non esistono acidi o sostanze chimiche, capaci di mantenere aperta e sanguinante una ferita per più di cinquant’anni senza intaccare la mobilità delle mani e delle dita. Solo nel 1933 Papa PIO XI revocò ogni divieto e lo riabilitò nella Chiesa, in seguito aumentarono i numerosi fedeli che si recavano al convento di Santa Maria per confessarsi o chiedergli una grazia. Moltissime persone hanno anche attribuito a padre Pio doni di chiaroveggenza, spesso coloro che venivano confessati dal frate, riferivano di aver ricevuto rimbrotti per peccati commessi ma non confessati di cui padre Pio era già conoscenza. Il rapporto più interessante è stato quello tra padre Pio e Giovanni Paolo II, i due si conobbero nel 1948 quando il giovane sacerdote si trovava a Roma, i due trascorsero una settimana insieme e Wojtyla rimase molto colpito da lui.
Rino R. Sortino

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui