Operazione “Spiagge sicure” a Sperlonga

Venditore ambulante

Ci sono stati dei controlli congiuntida parte delle forze dell’ordine sulla spiaggia di Sperlonga nella giornata di giovedì 11 luglio, che ha interessato in particolare il litorale in località L’Angolo di Sperlonga. Al lavoro oltre agli agenti del commissariato di Gaeta, anche la Polizia Locale e i militari della Guardia Costiera di Gaeta. Le attività hanno riguardato le dotazioni di sicurezza delle aree demaniali marittime in concessione, con particolare riferimento agli operatori adibiti al salvataggio, ai loro titoli, alle attrezzature e ai presidi di soccorso, il rispetto delle occupazioni demaniali, il controllo divenditori ambulanti, il rispetto delle norme in materia di commercio, la sicurezza dei prodotti in vendita (in particolare giocattoli gonfiabili) e ititoli di soggiorno dei soggetti stranieri controllati. Nel corso dei controlli sono statisequestrati tre carri-espositori costruiti artigianalmente, uno dei quali abilmente nascosto sotto dei teli, ed individuati irispettivi commercianti abusivi; elevate sanzioni amministrative per complessivi 15.000 euro. Risultati che si aggiungono ad attività simili svolte durante il mese di giugno in località Grotta di Tiberio, sia di giorno che di sera, e che hanno interessato anche le zone della movida della cittadina turistica, che si sono concluse con contestazioni amministrative per uso difforme alla concessione del demanio marittimo, il sequestro penale di un manufatto in fase di realizzazione sull’arenile senza le prescritte autorizzazioni, sanzioni ad una nota discoteca che operava senza la prescritta autorizzazione, controlli su strada di oltre 50 persone e 30 veicoli in occasione di posti di controllo appositamente allestiti dalla Squadra Volante. Fanno sapere dalla Questura di Latina che “servizi di questo tipo proseguiranno per tutta l’estate, al fine di tutelare operatori economici, le cui aziende sono spesso penalizzate dall’abusivismo, nonché garantire tranquillità a cittadini e molti turisti che si riversano nelle località di costiere, perché contrastando i fenomeni di illegalità si incide positivamente sulla stessa percezione di sicurezza”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *