Operazione anti droga a Fondi: un arresto

Polizia

C’è stato un arresto a Fondi per spaccio di stupefacenti: gli agenti del commissariato di Polizia sono entrati in azione nella zona periferica di San Magno-Rene, dove era stato segnalato un continuo viavai di persone per un giro di spaccio. Gli uomini diretti dal commissario Pellegrino hanno attuato un servizio di osservazione e controllo della zona a ridosso dell’ospedale civile, anche con l’ausilio di personale specializzato della polizia scientifica. Verso sera hanno individuato una Golf di colore nero proveniente da una strada chiusa, che si allontanava a velocità sostenuta in direzione del centro cittadino. Immediatamente gli agenti si sono messi all’inseguimento della vettura riuscendo a bloccarla poco lontano dall’ex mattatoio. Il conducente è stato immediatamente riconosciuto: si trattava di M.V., 36 anni, già arrestato dal personale investigativo del commissariato di Fondi nel 2005 quando venne scoperto in un’abitazione intento a confezionare centinaia di dosi di droga. In un primo momento l’uomo è rimasto calmo sperando così di eludere i controlli ma quando gli agenti hanno avviato una perquisizione ha iniziato ad agitarsi cercando in tutti i modi di nascondere il marsupio che aveva a tracolla. E proprio in una tasca esterna del marsupio, gli agenti hanno scoperto due involucri di colore bianco che contenevano stupefacente. L’uomo è stato condotto al commissariato. La sostanza sequestrata, sottoposta a narcotest, è risultata coocaina per un peso complessivo di 80 grammi, suddivisi in due pezzi di pasta solida. Il considerevole quantitativo di stupefacente rinvenuto e sequestrato, si presentava in due grossi involucri definiti in gergo “in pietra”. Si trattava di cocaina pura che doveva ancora essere lavorata e che, una volta sul mercato, avrebbe triplicato il suo valore. L’uomo è stato arrestato e associato alla casa circondariale di Latina a disposizione della giudice. Gli agenti hanno scoperto che il 36enne stava guidando un’auto già sottoposta a sequestro e per la quale è scattata ora la procedura di confisca. A suo carico anche una sanzione amministrativa di 2.000 euro e la revoca della patente di guida.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *