Claudio Coccoluto
Claudio Coccoluto

Il mondo della musica piange un colllega che è stato sulla breccia per tanto tempo. Si tratta del famoso dj, di origine gaetane, Claudio Coccoluto. E’ deceduto nella sua abitazione di Cassino alle 4,30 del 2 marzo, dopo aver combattuto per un anno contro una grave malattia. Lascia la moglie Paola e i figli Gianmaria e Gaia. Una carriera, quella del dj originario di Gaeta, che è cominciata a solo tredici anni quando, per gioco, ma mosso i primi passi nel mondo della musica da discoteca nel retrobottega del negozio del padre, un esercizio commerciale di vendita di elettrodomestici. Ma è verso la fine degli anni settanta del secolo scorso che Coccoluto ha cominciato a farsi conoscere esordendo come speaker a radio Andromeda, la prima emittente radiofonica privata sorta nella città rioveirasca del Golfo di Gaeta. La fama è arrivata per lui negli anni ottanta facendo le sue esperienze alla consille di locali famosi quali il Seven Up di Formia e l’Histeria di Roma. In quegli anni ha definito il suo stile musicale che lo ha poi reso famoso in tutto il mondo, ossia la variante dell’”underground”. Ma dove si è esibito frequentemente è stato il Goa di Roma, fondato da lui stesso insieme al collega Giacarlo Battafarano. Nella sua quarantennale carriera ha partecipato a numerosi eventi in tutto il mondo, e ha avuto l’onore di esibirsi nel 1991, come primo dj europeo, nel celeberrimo Sound Factory Bar di Ney York. Ha inciso anche diversi dischi, di cui l’ultimo in ordine cronologico, ha il titolo “imusicselection5- Vynil Heart”. E’ stata scritta la sua biografia, “Io Dj”, un volume pubblicato da Einaudi nel 2007. Ha avuto anche una breve partecipazione in politica candidandosi nella lista La Rosa nel Pugno. La sua ultima esibizione è stata il 21 dicembre 2020 in via streaming dal suo home studio sul canale Facebook di Technics. Il periodo della pandemia, che ha determinato di fatto la chiusura delle discoteche e delle sale da ballo, lo ha visto come uno dei protagonisti, cercando insieme ad altri suoi colleghi di sensibilizzare l’opinione pubblica e il mondo della politica sulle difficoltà che il settore ha attraversato e che attraversa tuttora, tenendo presente che i locali sono di fatto ancora chiusi per decreti ministeriali. Alla notizia del suo decesso molti suoi amici di lunga data e dj famosi, come Linus e Ringo, hanno espresso il loro cordoglio nei confronti del “re della consolle”. Anche il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano ha voluto espreimere il suo rammarico in quanto un altro figlio della terra gaetana se ne andato, ricordando anche lo storico presentatore di Radio Spazio Blu e amico di “Cocco” Dino pascali, i quali hanno organizzato insieme il capodanno del 2017. I funerali si svolgeranno il 3 marzo nella Chiesa di Santa Maria in Montesanto in Piazza del Popolo a Roma, una chiesa da sempre cara agli artisti e dove vengono celebrate spesso le esequie di coloro che appartengono al mondo dello spettacolo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui