Nel Parco dei Monti Aurunci ci sarà un’ ostello gestito dai giovani a Itri

Villa Iaccarini

Ci sarà un ostello per giovani gestito da giovani nel cuore della  degli Aurunci. La novità arriva dal Parco dei Monti Aurunci, che ha ottenuto un finanziamento regionale nell’ambito del bando “Spazio – Ostelli” ed è un progetto da346mila euro, con il cofinanziamento dell’Ente Parco, che punta alla riconversione di un’importante struttura: Villa Iaccarini a Itri.   L’obiettivo del bando regionale era molto chiaro: finanziare stazione di posta per la fruizione consapevole della cultura ambientale e naturalistica rivolte esclusivamente ai giovani. Obiettivo è stato centrato, pienamente, dal progetto elaborato dal Parco Dei Monti Aurunci per la creazione a Villa Iaccarini (recentemente ceduto dalla Regione al Parco), di un ostello gestito da giovani e rivolto ai giovani, dove coniugare la cultura ambiente e creare un punto di interesse per eventi ricreativi e sportivi. Pienamente soddisfatto il presidente del parco Marco Delle Cese, che ringrazia i vertici della Regione Lazio. “L’ostello a Villa Iaccarini nel territorio di Itri, che si trova in un punto strategico del Parco, sul valico di San Nicola e a due passi dal Santuario della Civita, dal WoodPark e alla base dei bellissimi sentieri del Parco dei Monti Aurunci, sarà un importante punto di riferimento per i giovani. Un luogo dove sviluppare e coniugare la cultura ambientale, ma anche sportiva e ricreativa. Un ostello, quello di Villa Iaccarini, che sarà messo in rete nel sistema dei rifugi, per la massima espansione e la massima fruizione. Ormai da tempo lavoravamo al progetto di rilancio di Villa Iaccarini, dove sono stati conclusi lavori avviati nel passato, per questo è stato redatto uno specifico progetto. È doveroso ringraziare il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, il presidente del consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini e il capo di gabinetto Albino Ruberti per aver messo in campo i progetti per la nascita di strutture ricettive rivolte ai giovani. Una magnifica opportunità di crescita per i giovani e per i territori che abbiamo colto e per questo ringraziamo la Regione Lazio.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *