La Casa del Martirio di Santa Maria Goretti

 Il 24 giugno del 1950 Maria Goretti è stata dichiarata santa in pazza san Pietro da papa Pio XII. Quest’anno è il 70° anniversario della canonizzazione di Maria Goretti e la Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno si prepara ricordare l’importante data. Il 5 luglio del 1902 fu accoltellata durante un tentativo di violenza sessuale; il giorno successivo, per le complicanze dell’intervento chirurgico, morì all’ospedale di Nettuno all’età di 12 anni. Il 24 giugno del 1950 – Anno giubilare – “papa Pio XII sul sagrato della Basilica di San Pietro proclamava Santa la piccola Maria Goretti. Per la prima volta nella storia della Chiesa una beata veniva canonizzata all’esterno della basilica, sulla piazza, davanti a 300mila persone accorse a venerare la testimone dell’innocenza fanciullesca esaltata dal martirio”. Santa Maria Goretti è patrona della città di Latina e dell’Agro pontino. Per questa ricorrenza ogni anno si tiene nel capoluogo iltradizionale pellegrinaggio notturno a piedi alla casa del martirio di Maria Goretti, quello che si snoda da Latina fino alle Ferriere, il borgo rurale dove la Santa viveva con la famiglia, già programmato per il 28 giugno (di norma si tiene nell’ultima domenica di giugno). Un’iniziativa giunta alla 26esima edizione divenuta un appuntamento davvero speciale. A causa delle misure di sicurezza contro la pandemia di Covid–19, come spiegano dalla Diocesi, “non ci sarà un vero e proprio pellegrinaggio a piedi ma, chi vorrà, potrà peregrinare in un sincero spirito di preghiera e di semplice devozione dalla propria abitazione alla Casa del Martirio, per partecipare alle 6 del mattino, come negli anni scorsi, alla Santa Messa presieduta dal vescovo Mariano Crociata”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui