Un comunicato della dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Vitruvio Pollione, la professoressa Annunziata Marciano, ha messo in evidenza come verrà rimodulato tutto l’impianto dell’edilizia scolastica della nuova scuola Vitruvio Pollione: “

 Il giorno 19 Maggio, alle ore 12.30, presso il Comune di Formia, si è tenuto l’incontro tra i tecnici del Comune di Formia, il Sindaco, gli Assessori competenti, alla presenza della scrivente, del prof. Priori, della ins. Paone, del RSPP dell’Istituto Comprensivo “V. Pollione” e della presidente del Consiglio d’Istituto Coppola Barbara, per la presentazione del progetto di fattibilità tecnica relativo alla nuova costruzione della Scuola Secondaria “Vitruvio Pollione” e della nuova palestra dei plessi De Amicis e Pollione. Abbiamo accolto con grande soddisfazione e apprezzamento il lavoro svolto dai tecnici preposti. Rinnovo il mio grazie di cuore a tutti coloro che hanno creduto nella nostra proposta, al personale della scuola, alle famiglie, ai commercianti del Rione Mola, ai cittadini di Formia, considerato che l’idea sia stata accolta pienamente nella migliore tra le proposte configurate e sostenute la scorsa estate. Si tratta di un investimento concreto che dà valore all’Istituto Comprensivo “Vitruvio Pollione”, agli studenti, alle famiglie, al contesto di vita. Siamo felici che il Sindaco, nella dialettica, ha saputo cogliere gli aspetti più rilevanti di quanto abbiamo proposto. Il nuovo Istituto mantiene radici e collocazione di cui si avvantaggerà tutto il territorio, valorizzando nuovi spazi e nuove strutture di cui fruiranno i cittadini. Sotto il profilo dei tempi e della logistica ci è stato confermato che non ci saranno disagi per gli studenti, in quanto, fino a conclusione dei lavori, gli studenti continueranno a frequentare nell’attuale struttura e lo spostamento degli stessi sarà effettuato nella nuova struttura che sorgerà sull’area adiacente alla Scuola De Amicis, con accessi autonomi, solo a conclusione completa dei lavori. Si prevede che i lavori saranno attuati e completati nell’arco di due anni.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui