Mozione sugli stabilimenti balneari di Latina

Stabilimento balneare
Stabilimento balneare

Lo voglio ricordare brevemente perché qualcuno ha forse la memoria corta. Molti stabilimenti balneari che avevano le strutture ancora in piedi dopo la fine della stagione estiva sono state invitate dalla Procura della Repubblica di smantellare le loro strutture per poi rimontarle dopo. Poi le elezioni amministrative che solo agli inizi di luglio han potuto determinare una situazione della stagione estiva decisamente iniziata in ritardo, e poi hanno ragione i titolari degli stabilimenti balneari di poter chiudere dopo in quanto le concessioni sono state date dal Comune in ritardo. E’ l’origine di una mozione su un tema definito “banale” dagli stessi proponenti, ossia Giovanna Miele e Giorgio Ialongo (Forza Italia) che però visto l’attuale stato delle cose, ha bisogno di chiarimenti da parte dell’amministrazione. Cosa intende fare la Giunta riguardo la destagionalizzazione degli stabilimenti balneari da Capoportiere a Foce Verde, prevista dalla legge regionale? La risposta arriva direttamente dall’assessore Giulio Capirci: non c’è abbastanza tempo per applicare quest’anno la legge regionale che prevede l’apertura continua delle strutture al lido. Infatti, secondo quanto previsto dal regolamento comunale, le strutture devono essere smontate entro il 31 ottobre di ogni anno e per questo 2016, visto che mancano poco più di due mesi, il Comune non potrebbe disporre di tutti gli strumenti per valutare a pieno la possibilità di applicare la legge regionale, nonostante sia intenzione dell’amministrazione quella di inserirla nella normativa vigente. Però se ne riparlerà l’anno prossimo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *