Morto tossicodipendente a Latina: condannato il pusher

Caserma Carabinieri Latina

Un 45enne aveva comprato una dose mortale di cocaina ed eroina e poi era morto tra la notte del 14 e del 15 febbraio scorso. Il corpo era stato ritrovato all’interno di una baracca lungo via Piave, alle spalle di Sport 85. Sul cadavere non era stato riscontrato nessun segno di violenza ed è stato chiaro sin da subito che si trattasse di una morte per droga. Il pusher è stato rintracciato ed arrestato dai Carabinieri a Latina in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Latina e si tratta di un cittadino rumeno di 36 anni. L’uomo è stato identificato grazie a un’attività investigativa dei carabinieri, con pedinamenti e servizi di osservazione, avviata subito dopo la morte per overdose. L’arrestato è ritenuto responsabile non solo di aver ceduto le dosi mortali al tossicodipendente ma anche di aver vendutococaina ed eroina ad altri assuntori del luogo. Per il 36enne si sono aperte le porte del carcere di via Aspromonte.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *