Giardini di Ninfa

In questa fase 2 delle misure di contenimento dell’epidemia di Coronavirus c’è la voglia di tornare a godere della natura, dell’aria aperta e delle bellezze che ci circondano, e una ghiotta opportunità di fare tutte queste cose l’ha offerta la riapertura del Giardino di Ninfa. Nel primo weekend di apertura dopo il lockdown lo splendido giardino gestito mirabilmente dalla Fondazione Roffredo Caetaniha registrato oltre 4mila visite. Un risultato più che soddisfacente che ha messo a dura prova il personale di sicurezza ma che è stato un successo, non solo per l’incredibile affluenza, ma anche per la lineare organizzazione degli ingressi in sicurezza e del rispetto delle prescrizioni che ancora dobbiamo tenere ben presenti per evitare una nuova diffusione del COVID-19. Ha confermato il presidente della Fondazione Caetani Tommaso Agnoni:  “L’enorme impegno della Fondazione Roffredo Caetani è stato ripagato dai visitatori che sono accorsi numerosi e soprattutto dai complimenti che riceviamo personalmente e attraverso i nostri canali social. È stato un fine settimana straordinario e le persone hanno mostrato grande disponibilità supportando la nostra organizzazione e apprezzandola soprattutto per la possibilità di passeggiare nel giardino consultando le guide digitali che abbiamo fornito all’atto della prenotazione e rivolgendosi al nostro personale per chiedere chiarimenti, fare domande o soddisfare eventuali curiosità sulla storia e gli aspetti botanici. I numeri enormi ci hanno costretto a uno sforzo importante ma il personale di sicurezza anche all’esterno dell’area, nel parcheggio, davanti alla biglietteria, nello shop e nel punto ristoro, è stato all’altezza della sfida. Le prenotazioni proseguono in maniera spedita e i numeri confermano, semmai ce ne fosse bisogno, il desiderio degli amanti di Ninfa di godersi il Giardino soprattutto dopo il periodo di lockdown e soprattutto in un anno, il 2020, che per noi è e resta speciale: il Giardino di Ninfa compie cento anni e i festeggiamenti andranno avanti con iniziative e progetti che sveleremo nei prossimi giorni”. Dunque proseguono le attività nel Giardino che è anche Parco Letterario e testimonianza tangibile di come storia, natura e bellezza possono unirsi in un connubio indimenticabile creando atmosfere irripetibili. Si affiancherà alle aperture di Ninfa, calendarizzate fino al 1 novembre, anche la riapertura del Castello Caetani di Sermoneta. Il castello aprirà le sue porte ai visitatori a prezzo ridotto, soli 3 euro e gratuito per i ragazzi sotto i 12 anni a partire dal 30 maggio. Gli orari d’ingresso per tutto il mese di giugno saranno dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.30. Sarà possibile visitare gli spazi esterni (Piazzale degli Olmi, Piazza D’Armi), affacciarsi dai portali d’ingresso della Casa del Cardinale, della Sala dei Baroni e delle antiche Scuderie, ma per sicurezza non saranno accessibili gli spazi chiusi, che potranno essere visti comunque sul sito della Fondazione Caetani. Per visitare sia Castello Caetani che il Giardino di Ninfa sarà obbligatorio l’utilizzo di mascherina e guanti e del gel igienizzante a disposizione dei visitatori. La visita al Giardino è da prenotare sul sito ufficiale. Per informazioni è possibile consultare il sito della Fondazione Roffredo Caetani e i canali social.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui