Mobilità sostenibile a Latina: parte la “Zona 30”

Zoma 30

Sta per diventare realtà la prima “Zona 30” a Latina, realizzata a protezione di uno dei grandi comprensori scolastici della città: Giuseppe Giuliano – Majorana.Il 19 settembre, la presentazione ufficiale del progetto nell’ambito di Moovida e in occasione della Settimana europea per la mobilità sostenibile. Ha spiegato il consigliere comunale di Lbc Dario Bellini attraverso la sua pagina Facebook:  “Mancano ancora delle lavorazioni che saranno effettuate nei prossimi giorni, come l’apposizione di paletti in plastica caratifrangenti e segnaletica verticale. Il cantiere è ancora aperto e ci scusiamo con il quartiere e gli utenti del complesso scolastico per i disguidi dei lavori, che in un Paese normale potevano essere realizzati nel mese di agosto, ma sappiamo anche che il nostro Paese in agosto praticamente si ferma, fabbriche e fornitori compresi. Credo comunque  che per la sicurezza dei nostri ragazzi valga la pena sopportare qualche disguido temporaneo”.  La segnaletica è comunque già visibile e servirà ad indicare chiaramente agli automobilisti di non superare i 30 km orari. La “Zona 30” sarà dunque istituita in via sperimentale in tutta l’area intorno all’istituto comprensivo Giuseppe Giuliano. Si tratta in sostanza di una soluzione per poter mettere in sicurezza gli studenti che frequentano la scuola, le loro famiglie e tutti i residenti del quartiere circostante. L’iniziativa rientra nel progetto Moovidadel ministero dell’Ambiente, di cui è capofila il Comune di Latina e che ha come obiettivo la realizzazione di una serie di ulteriori progetti per incentivare e rendere più sicura la mobilità sostenibile. Proprio in occasione della presentazione del progetto e della prosecuzione dei lavori per la segnaletica in tutta la zona coinvolta, è stata segnalata su Facebook, la prima violazione: un’auto lasciata in sosta proprio sulle nuove strisce lungo la strada. Qualcuno ha però prontamente chiamato gli agenti della polizia locale che hanno immediatamente provveduto a far spostare il veicolo.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *