Il Mito fra Noi: gli amori di Giove ed altri racconti…. Evento al museo archeologico a Formia

Locandina Evento Museo
Locandina Evento Museo
Busto di Augusto
Busto di Augusto
Enzo Scipione
Enzo Scipione
Addette Museo
Addette Museo
Visitator
Visitatori
Addetto museo
Addetto museo
Visitatori
Visitatori
Visitatori
Visitatori
Erma di Apollo
Erma di Apollo

La Notte Europea dei Musei ha avuto a Formia una buona partecipazione di pubblico, anche perché sicuramente in questa occasione le persone che durante gli orari normali non si possono recare al Museo, hanno potuto approfittare di questa situazione al simbolico prezzo di un euro per vedere le meraviglie custodite in questo luogo suggestivo di Formia, nei cosiddetti Stalloni. Infatti c’è stato un inedito percorso  di spiegazioni, di letture e di immagini, oltre al patrimonio archeologico, per illustrare le meravigliose pagine della letteratura classica per parlare di amore, di personaggi che fanno parte della mitologia greca e romana, Ovidio ed altri che hanno parlato di amore tra dei e mortali, in particolare donne. Partendo dalla descrizione di tre pezzi del patrimonio custodito al Museo archeologico di Formia, ossia il gruppo di Leda con il cigno, l’ambigua erma bifronte di Apollo e il fiero dio della guerra Ares (Marte per gli antichi romani), Enzo Scipione, attore di Formia, molto abile a fare questo tipo di narrazione, ha raccontato gli intrecci amorosi, le gelosie e le molteplici sembianze ingannevoli assunte da Zeus (Giove per i romani)  per sedurre donne considerate bellissime nelle descrizioni degli antichi bardi dell’antichità, la nascita di apollo, il dio del Sole con la storia tormentata del suo amore con Dafne, e la passione proibita dei fratelli figli di Zeus Ares e Afrodite (Marte e Venere) Le persone che sono venute, oltre a partecipare a questo percorso narrato nella storia della mitologia, hanno potuto ammirare, qualcuno forse per la prima volta, il tesoro o meglio l’oro di Formia rappresentato da statue, affreschi e bassorilievi di notevole fattura ed importanza storica che rendono unico sicuramente il Museo archeologico della città, in attesa di poter ammirare altri capolavori dell’arte classica.

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *