Minacce al comando dei Carabinieri Forestali di Sabaudia

Carabinieri con l’onorevole Trano

E’ arrivato un plico chiuso con quattro proiettili fatti ritrovare sui muretti della sede del Parco Nazionale del Circeo e tre taniche di benzina attorno all’edificio, con un innesco in parte bruciato perché qualcuno ha disturbato gli autori del grave gesto indirizzato al  Comandante della stazione dei Carabinieri forestali di Sabaudia e scoperto nelle prima mattinata del 24 giugno dal personale dell’ente parco diretto da Paolo Cassola. Si è recato il deputato dei 5S Raffaele Trano che ha scritto che “quanto sta accadendo in queste ore a Sabaudia conferma ciò che già sapevamo. La nostra provincia si trova in un momento molto delicato e la situazione del Parco Nazionale del Circeo non fa eccezione. Le cartucce a pallettoni in busta chiusa lasciate su un muretto della sede dell’ente Parco Nazionale del Circeo e le taniche di combustibile posizionate attorno agli uffici dello stesso, rappresentano una minaccia ai Carabinieri Forestale di Latina e del comandante della stazione di Sabaudia. Fortunatamente le fiamme appiccate non hanno condotto a risvolti più gravi. Oggi pomeriggio ho fatto visita al comandante dei Carabinieri Forestale di Latina Giuseppe Persi, alla comandante del r.c.p.n. di Sabaudia Katia Ferri, accompagnata dal comandante di stazione, luogotenente Rossi. A loro ho espresso tutta la mia solidarietà e l’apprezzamento per il lavoro che, nonostante le difficoltà, stanno portando avanti senza tentennamenti. Successivamente mi sono confrontato con il direttore del Parco Nazionale del Circeo Paolo Cassola. Nel gesto, è inutile nasconderlo, è chiaro che sono coinvolti tutti coloro che hanno lottato e lottano per l’integrità di questo storico parco, a cominciare dal personale. In passato gli appetiti speculativi in questa zona hanno fatto sentire alta la loro voce ed io stesso sono intervenuto sulla vicenda di una scogliera poi sequestrata proprio a San Felice. Sono sicuro che dalle stesse forze dell’ordine verrà la risposta a questo gesto intimidatorio.
Tutto il Movimento 5 Stelle è al fianco di chi è in prima linea nella lotta alla criminalità e nel preservare l’ambiente.”

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *