Messaggio sessista del vicesindaco di Roveré: petizione su Change.org per chiederne le dimissioni

Il vicesindaco di Roveré

Un messaggio fin troppo chiaro: “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”. Questo il messaggio sessista sulla maglietta di Loris Corradi, vicesindaco di Roverè, in provincia di Verona, che si è presentato sul palco di una festa cittadina con t-shirt rossa e scritta bianca. La violenza contro le donne è un’emergenza sociale in Italia, non bastano le scuse del vicesindaco: chi ricopre un ruolo istituzionale ha delle responsabilità e l’associazione Maison Antigone chiede le dimissioni di Corradi attraverso una petizione pubblicata su Change.org:

Chiediamo le immediate ed irrevocabili dimissioni del vicesindaco di Roverè, LORIS CORRADI! Troviamo inaccettabile, vergognoso ed insultante il comportamento tenuto dal vicesindaco di Roverè, Loris Corradi, il quale si è presentato ad un evento pubblico indossando una T-shirt inneggiante allo stupro di una donna, che recita: “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”. In un’Italia nella quale la violenza contro le donne è un’emergenza sociale, un rappresentante delle istituzioni non dovrebbe nemmeno osare pensare una frase simile a quella utilizzata così sfrontatamente da Corradi! I dati Istat parlano chiaramente, ma è di tutta evidenza che esistono rappresentanti politici che sono sordi agli allarmi lanciati in più occasioni da chi si occupa di violenza! Non basterà scusarsi, non basterà un comunicato stampa di nessun tenore. Il solo atto che deve compiere Corradi è dimettersi dal proprio ruolo politico ed istituzionale poiché un uomo politico dovrebbe rappresentare la parte migliore del nostro paese e questo requisito pare proprio essere venuto meno!  La maglietta shock del vicesindaco: “Se non puoi sedurla, puoi sedarla“. La Lega: “Non è nostro iscritto, è di Fdi” – Repubblica.it https://www.repubblica.it/cronaca/2019/08/23/news/la_maglietta_shock_del_vicesindaco_leghista_se_non_puoi_sedurla_puoi_sedarla_-234202593

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *