Martin Lutero nacque il 10 novembre 1483 ad Eisleben in Germania, nel 1512, dopo aver ottenuto il titolo di dottore in teologia, si specializzò nello studio del cristianesimo primitivo ed iniziò ad analizzare gli errori della Chiesa romana. Nel 1515 le sue attività teologiche a capo di undici monasteri, lo condussero a un forte tormento interiore che gli consentirono di mettere in discussione le leggi ecclesiastiche e monastiche, l’anno seguente nel 1516, quando diventò parroco nella chiesa di Wittenberg la sua battaglia contro la Chiesa romana diventò la vera ragione della sua vita. Il 3 ottobre 1517 Martin Lutero affisse sul portone della chiesa di Wittenberg in Sassonia 95 tesi, contro il commercio delle indulgenze, grazie alle quali i fedeli avevano la possibilità di riscattare la propria remissione dei peccati integralmente o parzialmente pagando una quota alla Chiesa, in realtà queste ingenti somme di denaro, servivano per arricchirne le casse e costruire la basilica di San Pietro. Le sua dottrine si fondavano sulla concezione che per accedere alla vita eterna, l’uomo doveva riuscirci unicamente attraverso la fede in Dio e nessuno poteva arrogarsi il diritto di assolvere una pena in cambio di denaro, pertanto considerava una menzogna il fatto che acquistare delle indulgenze consentisse l’uscita delle anime dal purgatorio. Le sue teorie che si basavano anche sull’abolizione della gerarchia ecclesiastica e del sacerdote come intermediario fra uomo e Dio, arrivarono anche a mettere in discussione la figura del papa. Il 7 agosto dello stesso anno 1517, venne convocato a Roma da papa Leone X che lo condannò per eresia, pertanto si alleò con alcuni principi tedeschi contro l’imperatore Carlo V per rivendicare l’autonomia tedesca contro l’egemonia papale. Il 15 giugno 1520 gli avvenimenti precipitarono e papa Leone X emanò una bolla dove gli concedeva 60 giorni di tempo per ritrattare le sue idee, la sua risposta fu drastica, il 10 dicembre 1520 Lutero bruciò pubblicamente la bolla papale, a seguito di tale gesto, papa Leone X lo scomunicò e ci fu l’inevitabile rottura con la Chiesa di Roma. Nell’editto di Worms del 1521, iniziò il processo di riforma luterana e grazie all’appoggio dei re tedeschi, venne proclamata la sua nuova Chiesa nel 1530, dalla Germania poi il protestantesimo si diffuse nei paesi scandinavi e oltreoceano. Il carisma di Lutero, legato anche alla sua immagine di sacerdote, crebbe di misura quando riuscì anche a sposarsi con Katharina, una ex monaca, la loro unione li portò a convivere in un monastero sconsacrato con i loro sei figli. Nei nostri tempi, a 500 anni dalla pubblicazione delle sue tesi contro la Chiesa cattolica, la Chiesa luterana ha aperto l’anno giubilare dedicato a Lutero, invitando in Svezia papa Francesco che in nome dell’unità fra Cristiani, si è dimostrato solidale con l’idea originale della Riforma.

Rino Sortino
Author: Rino Sortino

Giornalista e opinionista televisivo, nel passato ha partecipato in qualità di opinionista a trasmissioni quali "passione sport" presso lazio tv e gold tv

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui