banner 728x90
Maratona di Latina

Nonostante il tempo cattivo che ha imperversato in tutta la provincia di Latina è andata in scena  domenica 3 dicembre, la Maratona di Latina, per il secondo anno consecutivo ospitata dal capoluogo pontino dopo essere stata per otto anni a Sabaudia.  La manifestazione sportiva targata Uisp, giunta alla sua 20esima edizione complessiva, ha riconquistato il primato per numero di arrivati tra le gare sulla classica distanza dei 42 chilometri e 195 metri nel centrosud Italia, esclusa Roma. L’edizione 2017 ha fatto registrare quasi 1200 partenti ripartiti sulle tre distanze: per la precisione 646 al via per la maratona, 368 nella gara competitiva di 10 chilometri e 120 alla stracittadina aperta a tutti, che ha accolto anche i camminatori sportivi del fitwalking. Hanno commentato gli organizzatori:  “Tra i motivi del successo, sicuramente la strategica collocazione in calendario con Latina che il 3 dicembre è stata la capitale della maratona italiana, l’assegnazione del Campionato Nazionale Uisp che ha premiato i migliori tesserati dell’Ente per ogni categoria, e lo splendido percorso senza eguali, tra Piazza San Marco, il lungomare con le sue caratteristiche dune e la macchia mediterranea, e la zona lacustre di valore internazionale di Villa Fogliano”.  La Maratona di Latina, organizzata dall’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti di Latina in collaborazione con il Comune di Latina e il patrocinio della Regione Lazio e del Parco Nazionale del Circeo, ha salutato la vittoria del giovane Luca Parisi, classe 1990. L’alfiere della Romatletica Footworks ha concluso la sua prova con il tempo di 2 ore 24 minuti e 44 secondi, rendendosi protagonista di una gara di testa sin dai primi metri di gara. Piazza d’onore per il vincitore dello scorso anno, Marco Romano (Runner Team Colleferro), che ha chiuso la sua prova in 2h34’51”. Terza piazza per Abdelkader Rahmani (Top Run Fondi) col crono di 2h35’06” – primo tra gli atleti della provincia -, davanti a Christian Milana (Running Evolution) in 2h36’24”, mentre in quinta posizione si è insediato Leonardo Cecere (Running Vairano) con 2h37’36”. In campo femminile, successo di prestigio per Fabiola Desiderio. La portacolori della Top Run Fondi ha tagliato il traguardo in solitudine dopo 3 ore, 7 minuti e 35 secondi, lasciandosi alle spalle Romina D’Auria (Podistica Terracina), quattro volte vincitrice della manifestazione, che ha terminato in 3h13’. Terzo gradino del podio per Lorena Piastra (Tx Running) in 3h15’51”, davanti a Sonia Fiorini (Energym Libertas) in 3h23’37’ e a Valentina Spano (Track&Field), quinta col crono di 3h29’43”. Il via alla manifestazione è stato dato dal sindaco Damiano Coletta, e in gara sulla distanza di maratona si sono registrate presenze illustri, come quella del presidente della Commissione Sport del Comune di Roma, Angelo Diario – che ha infranto la barriera delle 3 ore -, e del consigliere comunale di Aprilia Vincenzo Giovannini, al suo esordio sui 42 chilometri. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti l’assessore allo Sport Felice Costanti, Renzo Calzati per Icar Renault e Claudio Pistilli per Sport ‘85, ossia gli sponsor principali del Grande Slam UISP Latina insieme a Mapei. La sicurezza degli atleti, provenienti da tutta Italia, è stata garantita dalle Forze dell’Ordine: la Questura di Latina, la Polizia locale, la Guardia di Finanza e i Carabinieri; inoltre dalle associazioni di Protezione civile, organizzate dal responsabile Adalberto Bagossi: Associazione Nazionale Carabinieri, Anb-Associazione Nazionale Bersaglieri, Cisom Cavalieri di Malta, Città di Latina, Guardia Nazionale Ambientale, La Fedelissima Onlus, Torre del Quadrato ex Cai, Vigili del Fuoco Volontari, Protezione Civile Città di Cisterna, Gruppo Comunale Pontinia, Associazione Nazionale Forestale M. O. Petrucci, Protezione Civile Pontina.  Nella gara competitiva di 10 chilometri si è imposto tra gli uomini Fabio Lupinetti (Atletica Città dei Papi Anagni) col crono di 35’21”, su Davide Di Folco (Polisportiva Ciociara Antonio Fava) in 35’43” e Cristian Falcone (Running Club Latina) con 36’37”, mentre tra le donne ha vinto Noemi Felici (Romatletica Footworks) in 43’12” davanti a Catia Addonisio (Frangar non Flectar) col tempo di 44’58” e Lily Eugenia Gomez (Top Run Fondi) in 45’43”.  La classifica a squadre stilata per il Campionato Nazionale UISP di Maratona ha premiato la Nuova Podistica Latina. All’austriaco Gerhard Wally – 648 maratone per lui – il premio Ciro Ciaramella, consegnato dai famigliari, e al presidente del Club Supermarathon Francesco Paolo Gino – 350 maratone nelle gambe -, il riconoscimento che ogni anno viene assegnato all’associazione che riunisce tutti coloro che hanno disputato più di cento maratone in carriera. Ha concluso Domenico Lattanzi, presidente dell’UISP di Latina:  “La ventesima edizione ci ha fatto un meraviglioso regalo con il ritorno al vertice tra le maratone del centrosud Italia, esclusa Roma. Abbiamo superato città come Palermo, Lecce, Pescara e Reggio Calabria, e questo ci riempie d’orgoglio. Il nostro obiettivo, però, è quello di entrare tra le primissime a livello nazionale. Siamo consapevoli che per la top ten serve un ulteriore sforzo organizzativo, e ci daremo da fare perché se ne realizzino le condizioni”. Parole condivise dal direttore della Maratona di Latina, Tommaso Dorati:“Il nostro ringraziamento va a tutti gli atleti, le Forze dell’Ordine, la Croce Rossa Italiana, i 250 volontari che hanno dato vita al Comitato Organizzatore, e alle istituzioni, Comune di Latina, Regione Lazio e Prefettura. Con il sindaco Damiano Coletta nei prossimi giorni pianificheremo il futuro dell’evento”. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.maratonadilatina.it

 

 

 

 

 

banner 728x90