Logo_La_Manif_pour_tousSì, lo so, non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire e non c’è peggior progressista di chi non voglia accettare la realtà piuttosto che cullarsi nel candore della propria ideologia. Ecco allora che in seguito a questa vicenda non ci saranno campagne mediatiche, salotti televisivi e decreti di legge contro quella che possiamo e dobbiamo chiamare con il proprio nome: manifpourtousfobia. E cognome: discriminazione. Lo racconta l’edizione romana de La Repubblica: “Indossava una maglietta che raffigura la famiglia. Questa la ragione dell’aggressione di cui è stato vittima un ragazzo di Roma, il pomeriggio del primo maggio scorso. Durante un picnic in un parco in zona Tiburtina, il ragazzo è stato insultato e strattonato, a causa della sua t-shirt con il logo de La Manif Pour Tous che rappresenta una famiglia che si tiene per mano. […] L’aggredito – prosegue la nota – racconta di essere stato circondato da tre persone (due uomini e una donna), apostrofato e poi spinto a terra. ‘Questa maglietta te la devi togliere. Sei un fascista, sei un antiabortista e un cattolico integralista’, gli hanno gridato contro. Al suo rifiuto, in presenza di testimoni, gli è stata squarciata la t-shirt con violenza.” Non solo l’aggressione e l’ottusità dei paladini della libertà di pensiero e della libertà tout court, ma anche le risibili e mediocri motivazioni dell’aggressione. Sul ‘fascista’ meglio tacere, è un epiteto che si rivolge a chiunque la pensi diversamente e viene usato soprattutto dai benpensanti progressisti liberi pensatori. Ma da quando essere antiabortista e cattolico (anche qui, le etichette, sono false: o si è cattolici o non li si è) è motivo di disonore, tanto da temere per la propria incolumità? Non so da quando siamo sprofondati in questo baratro, ma è così: cattolici, quindi antiabortisti, temete per la vostra incolumità. O decidete di nascondervi oppure, se pensate di essere liberi di indossare i simboli che meglio credete, sappiate che i nuovi inquisitori sono al lavoro. Con meno misericordia e verità di quelli che tanto vengono disprezzati.

admin
Author: admin

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui