Pontone

L’onorevole Raffaele Trano ha avuto un contronto di idee con il commissario prefettizio di Itri Francesco Del Pozzone pèer quanto riguarda i lavori di risanamento del torrente Pontone per il tratto che interessa il Comune di itri e spiega che cosa avverrà a breve in una nota inviata alla stampa: “I 600mila euro ottenuti dalla Regione Lazio per la messa in sicurezza del Pontone sono già stati inseriti nel bilancio comunale di Itri e a fine estate verranno utilizzati per la fondamentale pulizia del torrente. Me lo ha assicurato il commissario prefettizio alla guida dell’ente locale, Francesco Del Pozzone, in un articolato e piacevole confronto che ho avuto oggi con lui, mettendomi ancora una volta a disposizione per fornire tutto il supporto possibile al Comune. Il Pontone ha già causato una vittima e troppe volte prodotto devastazione, con terreni e abitazioni invase dall’acqua. Eventi del genere non devono ripetersi e da tempo sto lottando affinché il torrente venga messo in sicurezza. I lavori a fine estate sono solo un primo passo. Il commissario mi ha anche assicurato che il progetto definitivo per la messa in sicurezza, affidato dal Comune di Itri come ente capofila a una società di consulenza, verrà completato al massimo entro luglio e gli ho già chiesto di convocare il Comitato, per vedere insieme quel progetto, trovando in tal senso collaborazione. Per quanto riguarda invece i problemi legati ai pozzi privati e quelli conseguenti relativi all’approvvigionamento idrico e alla qualità di quell’acqua, sempre dal commissario ho saputo che uno dei proprietari dei pozzi non ha ancora permesso all’Asl di effettuare i prelievi, aggiungendo però che quando verranno ultimate le analisi si terrà una riunione con la Regione Lazio per decidere come procedere su quell’infrastruttura creata da privati e relativa a un bene pubblico come l’acqua. L’impegno sul territorio prosegue e quello di mettere aree tanto affascinanti quanto delicate in sicurezza resta per me una priorità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui