L’omelia di Don Riccardo Pappagallo a San Carlo Borromeo a Gaeta del 26 giugno per la festa dell’Arma dei Carabinieri

Don Riccardo Pappagallo, parroco di San Carlo Borromeo a Gaeta, in occasione della festa dell’Arma dei Carabinieri, ha voluto rimarcare nelle sue parole pronunciate nell’omelia la funzione sociale che ha l’Arma nella nostra società: “Celebrando questa Eucarestia stiamo invocando la protezione della Vergine Maria a difesa e, sopratutto come forza della nostra vita, con Gesù c’è lo ha ricordato proprio con le parole del Vangelo, ecco rimanete in me e io in voi, chi rimane in me porta molto frutto. Nella nostra vitacristiana siamo sempre chiamati a portare dei buoni frutti, sia nella nostra vita privata, che anche nella vita sociale, nella vita che appunto viviamo ogni giorno nella comunità. L’impegno che ciascuno di noi ecco mette perché possa far maturare dei buoni frutti nella propria vita,  sicuramente è sempre un’ impegno molto forte, e questo ci permette di ricordarci proprio in virtù della vocazione cristiana, ecco la vocazione battesimale, quindi noi siamo chiamati a dare il meglio di noi stessi.  A maggior ragione per chi come voi abbraccia non tanto un lavoro, ma una grande missione e una grande vocazione, quindi questo ci permette proprio di comprendere fino in fondo quanto stiamo dicendo. E allora in questo momento innanzitutto ringraziamo Dio Padre che proprio attraverso la Vergine Madre sua e Madre nostra, ci permette proprio di raccogliere ecco questi frutti, ma di promettere al Signore Dio per intercessione della Vergine Maria,  di proseguire il nostro cammino, perché ci siano e possano esserci altri buoni frutti maturi e  sopratutto succulenti della nostra vita, per cui questo vale sia per la nostra vita privata,  che appunto nella vita sociale e collettiva. Quindi affidiamo tutto nelle nostre buone intenzioni al cuore materno di Maria e che Maria porti a compimento tutto il bene che ciascuno di noi ha promesso a se stesso, e sopratutto promette davanti a Dio e alla professione che svolge  proprio di servire al meglio la comunità e il mondo, tutto questo nell’invocazione della pace e della fedeltà.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *