Don Carlo Lembo

E’ la prima celebrazione eucaristica che viene celebrata a porte chiuse, per via dei decreti governativi che hanno messo le persone in condizioni di far rimanere a casa le persone. E la prima messa di questo periodo di quarantena / Quaresima è stata celebrata dal parroco delle comunità parrocchiali di Madonna Del Carmine – Santa Teresa d’Avila Don Carlo Lembo, che ha parlato nell’omelia del senso della misura: ” In queste pagina del Vangelo Gesù ci esorta a scegliere la giusta misura. La misura è quella del dare, la misura  è quella della generosa solidarietà, perché a coloro che sanno misurare con questa generosa solidarietà, il Signore restituirà in una misura buona, pigiata, colma e traboccante. Allora in questo momento di difficoltà e di sofferenza, nella quale veniamo isolati gli uni dagli altri, non lasciamoci isolare  dall’indifferenza verso l’altro. Impariamo ad aprire il cuore, ad allargare le braccia della nostra bontà, della nostra misericordia verso l’altro. Forse non lo potremo incontrare fisicamente, ma ci sono tanti modi per stare vicini gli uni gli altri, per misurare la nostra relazione con l’altro, con la misura generosa della solidarietà e della misericordia. E allora approfittiamo della potenza, questo spazio che si apre davanti a Dio e ci mette in relazione con gli altri. Eleviamo la nostra supplica al Signore affinché non ci lasci indifferenti al bene dell’altro. Preghiamo il Signore perché questa situazione di difficoltà possa al più presto risolversi, possa al più presto passare via, e perché possiamo tornare a stare insieme per pregarlo all’interno delle chiese e nelle nostre città. Ora più che mai sentiamo il bisogno degli altri. Chiediamo al Signore la grazia di saper sempre riconoscere che l’altro è il valore essenziale così che Lui per noi è il centro della nostra vita.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui