Lite furibonda a Cisterna

Polizia

C’è stata una lite furibonda con botte da orbia Cisterna, con tanto di denunce e sequestri di armi. Gli agenti del Commissariato di Polizia sono intervenuti in via Armellini per un violento litigio scatenato fra tre persone: da una parte il proprietario di un appartamento e una donna, dall’altra l’inquilino della stessa abitazione e a  scatenare la discussione sono state pregresse ruggini tra l’inquilino e la donna che, accompagnata da un suo amico proprietario dell’appartamento, voleva visionare l’immobile per interessi personali. Proprio l’ostinata richiesta di accesso della donna nell’appartamento di via Armellini non era però gradita all’inquilino, che ha scatenato una lite furibonda ed è bastato poco perché si arrivasse alle mani e sul posto è stato necessario l’intervento del 118 per soccorrere e refertare i protagonisti della rissa, ai quali sono state riscontrate ecchimosie lesioni. Da una attenta verifica effettuata dal personale della polizia sui protagonisti della lite, è emerso che l’inquilino dell’appartamento risultava essere possedere armi, che non erano però detenute nel luogo previsto e denunciato ma nell’abitazione della propria madre a Latina. Il personale del commissariato ha raggiunto il capoluogo pontino  e sequestrato in via cautelativa un’arma e il relativo munizionamento, nel timore che l’uomo potesse usarla per regolare i conti. L’episodio è stato riferito alla Procura di Latina che dovrà accertare le responsabilità dei tre soggetti, compresa la mancata comunicazione agli organi di polizia del trasferimento dell’arma.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *