L’intitolazione dei giardinetti a Falcone e Borsellino

Murales Falcone-Borsellino

Ormai l’amministrazione ha deciso di andare avanti per quanto riguarda l’intitolazione dei giardinetti e c’è già una data importante: il 19 luglio, la data della morte di Falcone e Borsellino. Infatti per i 25 anni dalle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, il sindaco di Latina Damiano Coletta, ha deciso di rendere omaggio ai giudici antimafia uccisi su ordine di Totò Riina, annunciando prima, nel giorno della morte di Giovanni Falcone, il 23 maggio, l’idea di dedicargli i Giardinetti, e di procedere poi con la cerimonia ufficiale, nel giorno dell’uccisione di Borsellino. La scelta della data è stata resa nota questa mattina in commissione toponomastica, dopo giorni di polemiche e divisioni tra chi vorrebbe ripristinare il nome cancellato negli anni ’40, quello di Arnaldo Mussolini, fratello del Duce; chi vorrebbe un nome pacificante come Valentino Orsolini Cencelli, e chi invece è d’accordo con l’idea di Coletta e della sua maggioranza. Il “sì” a Parco Falcone Borsellino è arrivato a maggioranza, mentre hanno votato contro Raimondo Tiero di Cuori Italiani e Nicola Calandrini di Fdi che ha confermato di non essere d’accordo su una scelta “divisiva che vuole cancellare la storia”. Ha chiarito Coletta:  “Nessuna scelta ideologica  il Parco è il posto in cui  portiamo a spasso i bambini e  intitolarlo a Falcone e Borsellino è un segnale importante”. Il sindaco ha poi risposto alle accuse di occuparsi della forma e non della sostanza, spiegando di aver fatto un sopralluogo nell’area verde per verificare che cosa c’è da sistemare. Ai due magistrati che hanno sacrificato la loro vita per opporsi al sistema mafioso, in questi 25 anni sono stati intitolati molti luoghi pubblici e istituzionali: strade, piazze, aule consiliari e biblioteche.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *