Discarica

Il nuovo sito di stoccaggio rifiuti inerti scelto dalla provincia di Latina da realizzare nella zona di Borgo San Michele tra la Pontina e la Migliara 45, al centro delle polemiche. Ad intervenire sulla questione si è inserita la Coldiretti che si è fatta portavoce della “crescente preoccupazione” non solo dei residenti ma anche delle aziende agricole. Coldiretti Latina ha incontrato il comitato cittadino che si è costituito contro la creazione dell’impianto, ascoltando le loro istanze, che verranno approfondite nelle sedi competenti quali la Regione Lazio e il Comune di Latina.Ha spiegato il direttore di Coldiretti Latina, Carlo Picchi: “Nell’area in cui nascerà la discarica sono presenti numerose aziende agricole, soprattutto vitivinicole, con annesso agriturismo. Ho raccolto le preoccupazione del Comitato cittadino ‘No alla discarica di Borgo San Michele’ che ha chiesto di incontrarci. Porteremo avanti le loro istanze nelle sedi opportune”. A risentirne sarebbero anche tutte quelle imprese che vivono grazie al turismo. Ha aggiunto Picchi: “Si tratta di attività che fatturano prevalentemente nel periodo estivograzie alla presenza dei turisti che raggiungono Sabaudia o il vicino Parco Nazionale del Circeo. Creare una discarica in quella zona, rappresenterebbe l’ennesimo colpo inferto ad aziende, che a fatica stanno cercando di risollevarsi dalla crisi determinata dalla pandemia, che ha quasi azzerato gli incassi. Un colpo fatale.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui