L’intervento dell’assessore Bembo per il Monumento del Carabiniere

L’assessore Bembo
L’assessore Bembo in corteo

Dopo l’intervento del comandante della Compagnia dei Carabinieri di Formia, il maggiore Pirreira, adesso è il turno della politica con l’intervento dell’assessore Bembo che ha rappresentato l’Amministrazione Comunale di Minturno:“Buonasera a tutti, porto i saluti del sindaco  di tutta l’Amministrazione che oggi rappresento. Un ringraziamento a tutte le autorità militari intervenute, e alle varie associazioni rappresentative delle armi che hanno organizzato insieme questa manifestazione. Mi unisco, ovviamente, alle parole di chi mi ha preceduto senza ripetermi, però una cosa ci tengo a specificarla e a condividerla con voi. Questo non è soltanto un giorno commemorativo della fondazione del Corpo molto importante, forse dire il più importante, però non lo dico. E’ qualcosa in più: è vero che festeggiamo e onoriamo i caduti di quest’arma, caduti che con il sacrificio più alto, quello della loro vita, ci hanno consentito oggi di vivere in un contesto di pace, per fortuna la mia generazione e anche forse quella precedente alla mia non conosce la parola guerra perché non l’ha vissuta,  se ci pensiamo bene questo legame, credo, ma nessuno anche smentirmi ma credo nessuno, il nostro è anche e soprattutto dell’Arma dei Carabinieri. Marcello poc’anzi ci ricordava il sacrificio estremo soprattutto dei Carabinieri che hanno indubbiamente, all’indomani della invasione, combattuto una battaglia impari a costo della vita. Però io voglio ribadire non solo i caduti perché sia per il nostro paese e per la nazione, ma anche la nostra comunità non dimentica i propri caduti e i propri eroi, e li ama da sempre e li abbiamo ricordati almeno prima di me Marcello. Però voglio ribadire anche e soprattutto l’impegno che per le nostre forze dell’ordine ancora oggi continuano ad assicurarci ed a consentirci di vivere in un paese tranquillo, che si ispiriamo a Minturno la nostra fiducia, perché senza di loro Minturno sarebbe sicuramente un paese peggiore di quello che è per noi, ne abbiamo addirittura due stazioni dei carabinieri, quindi questo rappresenta da un lato l’importanza che lo Stato ci onora avendo due stazioni dell’Arma, rappresenta anche il legame forte dell’Arma su questo territorio e quindi noi, a maggior ragione, torniamo veramente a preservare e onorare questo legame. Quindi veramente viva i carabinieri, viva tutte le forze di Polizia. Grazie!”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *