L’INTERVENTO CONGIUNTO DI CGIL, CISL E UIL SUGLI APPALTI DELLE PULIZIE DELLE SCUOLE

Logo CGIL FIlCAMS
Logo CGIL FIlCAMS

I sindacati confederali CGIL, CISL e UIL per quanto riguarda alcuni episodi relativi alle scuole di Fondi e Monte San Biagio con l’intervento delle forze dell’ordine ha fatto si che hanno creato un documento condiviso per cercare di risolvere questo problema, nonostante un contratto firmato proprio con le società interessate a questo servizio in data 3 febbraio 2014:

“La situazione che riguarda i quasi mille lavoratori appalti storici ed ex LSU che operano nelle pulizie di tutti i plessi scolastici della Provincia di Frosinone e Latina, già più volte denunciate da queste OO.SS. diventa sempre più insostenibile! Si denunciano gli abusi e le irregolarità fatte alle lavoratrici e lavoratori da parte di alcuni responsabili delle aziende Ma.ca e Servizi Generali che in questi giorni girano nei posti di lavoro per far firmare presunti verbali di conciliazione che andrebbero a “sanare” tutte le vertenze che i lavoratori hanno intrapreso contro le aziende per mancato pagamento degli stipendi arretrati, per decurtazione dei parametri orari, per il non riconoscimento degli istituti di legge previsti (Legge 104, malattia, maternità….), per il mancato rispetto degli accordi governativi raggiunti e sottoscritti dalle imprese stesse, con la minaccia che, in caso di rifiuto, non sarebbe erogato lo stipendio del mese corrente. Precisiamo che secondo l’art .12 d.lgs 4 marzo 2010,n.28 il verbale di avvenuta conciliazione è titolo esecutivo ove sia stato raggiunto con un’effettiva assistenza da parte degli esponente dell’organizzazione sindacale indicata dal lavoratore o presso la Direzione Provinciale del Lavoro. È vergognoso il comportamento di queste aziende!!!!! Ci viene segnalato da qualche lavoratore che è stato minacciato di essere denunciato per furto perché, dopo aver preso lo stipendio, si è rifiutato di firmare il “presunto verbale di conciliazione” e di restituire lo stipendio. La situazione è stata denunciata alle forze dell’ordine da parte dei lavoratori, e alla Direzione Provinciale del lavoro da questa OO.SS. I quasi mille lavoratori degli appalti storici ed ex LSU che operano nelle pulizie di tutti i plessi scolastici della Provincia di Frosinone e Latina attendono, da quasi due anni, che venga ristabilita la legalità. In alcuni plessi scolastici nel Sud Pontino, Fondi e Monte S Biagio nella giornata di ieri si sono verificati attimi di tensione, intervenute le forze dell’ordine con intervento anche del 118 per una lavoratrice colta da malore, e’ sottinteso che dopo anni di sacrificio e lavoro a fronte di ricatto e violenza per percepire il salario puo’ succedere di tutto, il malore improvviso e interventi delle forze dell’ordine i quali ringraziamo per il loro intervento, efficace per rilasciare lo stipendio ai lavoratori di Fondi e Monte San Biagio, l’episodio nello specifico avvenuto in quei plessi e stato alimentato dalla Soc affidataria che in forma di ricatto non voleva pagare lo stipendio corrente, esasperati e disagiati i lavoratori hanno chiamato Carabinieri e Polizia di Fondi, un vero e proprio episodio che il Ministero e gli Enti competenti dovrebbero intervenire nella giusta maniera che denunciamo da tempo ed anche evidenziata al Prefetto di Latina, attimi di terrore e tensione vissuti la lavoratori che attendevano lo stipendio e non il documento che avrebbe sanato e cancellato tutte le competenze non corrisposte dalla Soc. MA.CA. Sr.l.-Servizi Generali.”

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *