L’insegnamento di San Sotero: l’intervento del sindaco di Fondi De Meo

Il sindaco di Fondi Salvatore De Meo

Un insegnamento antico, ma sempre attuale, quello del santo papa Sotero, cittadino fondano, e quindi l’orgoglio del sindaco De Meo, primo cittadino di Fondi, ad elogiarne le virtù. Ecco quello che ha detto il primo cittadino di Fondi alla Proloco:

“L’Amministrazione comunale e la Pro Loco Fondi, in collaborazione con la parrocchia di San Pietro apostolo, sono lieti di rinnovare per il terzo anno consecutivo i festeggiamenti in onore di San Sotero, dodicesimo Vescovo di Roma, nato nella nostra città da una famiglia di origini elleniche e noto come il “Papa della carità” per aver promosso una raccolta di fondi a favore della Chiesa di Corinto, retta dal vescovo Dionigi, che si trovava in grave necessità economica. L’intento di Sotero era quello di far svolgere alla Chiesa di Roma un ruolo di aiuto alle altre diocesi cristiane, in nome del messaggio evangelico che predicava amore e carità nei confronti del prossimo. L’insegnamento che traiamo dall’operato di Sotero è quello di non ignorare la sofferenza dell’uomo, perché la carità è esperienza di amore donato. Illuminanti sono a tal proposito le parole di Paolo di Tarso ai Corinzi: «Se dessi il mio corpo a bruciare e tutte le mie sostanze ai poveri, ma non avessi la carità, nulla mi giova». L’anniversario di Sotero si sta sempre più radicando nella comunità cittadina, anche grazie alla valorizzazione della figura e dell’opera del Santo che di anno in anno viene promossa a beneficio degli alunni degli Istituti scolastici di Fondi, destando nei giovani l’interesse verso la storia della propria città e delle illustri personalità.”

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *