L’incontro del settore Bellezza & Benessere della ConfCommercio Lazio Sud

Foto di gruppo
Incontro

Un incontro che ha avuto delle parole d’ordine importanti dal punto di vista imprenditoriale: non più abusivismo, si all’affitto di poltrona, adesioni al Fondo Interprofessionale FOR.TE:  queste le tematiche affrontate questa mattina presso la sede di Confcommercio Lazio Sud di Latina in occasione del Primo incontro 2018 del Sindacato Bellezza & Benessere Lazio Sud. Una riunione particolarmente sentita da parte del mondo del Bellessere. In sala rappresentanti di aziende provenienti dalle due province – Latina e Frosinone – fino a toccare altre Regioni d’Italia. A fare gli onori di casa il Presidente di Confcommercio Lazio Sud – Giovanni Acampora – che nel suo intervento introduttivo ha parlato del Sindacato come  “fiore all’occhiello” per l’Associazione, visto il grande  rilievo assunto dallo stesso, grazie all’impegno ed alla professionalità della Presidente Elena Nardone e del suo braccio destro Roberta Ballanti. Il Presidente Acampora ha posto l’accento su un fenomeno particolarmente “caro” alla categoria: l’abusivismo commerciale.  “ Tutte le piccole e medie aziende che regolarmente pagano le tasse vanno tutelate. Rispetto a questo tema noi di Confcommercio ci stiamo attivando per un confronto attivo con le Istituzioni. La legalità quale valore imprescindibile per Confcommercio e per tutte le sue diramazioni”. Ha poi parlato di progettualità, formazione per i dipendenti anche attraverso il fondo interprofessionale FOR.TE. A tal proposito è intervenuta la dott.ssa Daniela Carocci che ha illustrato ai presenti nel dettaglio le procedure di iscrizione ed erogazione dei fondi. Le intenzioni del Sindacato sono di attivare una Rete di collaborazione tra il mondo del “wellness” e quello della moda. Presente in sala anche il Presidente di Federmoda Lazio Sud – Roberto Tammetta – che si è reso disponibile ad una sinergia.  Un settore in evoluzione che necessita di un Albo “per dare voce alla problematica primaria che è proprio il sommerso. Quindi, la possibilità di aprire le porte per far si che le piccole imprese possano essere inserite nel mondo del lavoro”. Così la Presidente Nardone, che ha anche  colto  l’occasione per annunciare la partecipazione ai prossimi incontri di rappresentanti delle  Istituzioni  per una maggiore sensibilizzazione rispetto al tema della legalità.  Un progetto che guarda al futuro con l’intento di arrivare al nazionale essendo il Sindacato nato a Latina e successivamente allargato alla provincia di Frosinone, come sottolineato dalla Vice Presidente sul territorio di Frosinone – Roberta Ballanti. Una particolare attenzione, Ballanti l’ha posta sul tema della formazione professionale portando all’attenzione dei presenti il suo percorso lavorativo. Significativo l’intervento del consigliere Antonio Neri sulle difficoltà riscontrate da “chi vuole fare impresa” e illustrando le linee guida per gestire la propria attività. Il Primo incontro apre le porte ad incontri a cadenza mensile alternati tra le due province. Tra i presenti in sala, il Vice Presidente Vicario – Italo Di Cocco – fautore della nascita del Sindacato, il Direttore Generale della struttura Salvatore Di Cecca ed il Presidente dell’Ascom di Latina – Valter Tomassi.

 

 

 

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *