Libreria Feltrinelli di Latina
Libreria Feltrinelli di Latina

Marcelo Figueras, scrittore argentino autore di Kamchatka e Aquarium, romanzi editi da L’Asino d’oro, sarà a Latina mercoledì 3 dicembre presso la Libreria Feltrinelli (via Armando Diaz, 10) per incontrare gli studenti dell’IIss Galileo-Sani e del Liceo Scientifico G.B. Grassi. Interverranno con l’autore Vittorio Buongiorno, caporedattore del quotidiano Il Messaggero e Maria Lozano Zahonero, ricercatrice di lingua e traduzione spagnola del Corso di Laurea in Linfo. Introdurrà l’incontro la giornalista Licia Pastore. Scrittore, sceneggiatore e giornalista Marcelo Figueras, dopo il successo di critica e di pubblico di Kamchatka, ambientato in Argentina all’epoca della dittatura militare, torna in Italia con il suo nuovo romanzo, Aquarium, che narra l’odissea contemporanea di Ulises, il protagonista, a cui sono stati portati via i figli: una vicenda che si svolge tra Gerusalemme e Tel Aviv, teatro di un conflitto senza soluzione. Ma il rapporto di amore con una donna, fatto di sguardi senza parole, adombra la speranza che la violenza e il cinismo della ragione siano alla fine sconfitti. Ispirato all’esperienza di inviato di guerra di Marcelo Figueras durante la seconda Intifada, Aquarium fa seguito a Kamchatka il cui protagonista è un bambino di sei anni attraverso il cui sguardo lo scrittore racconta il dramma dei desaparecidos, con delicata emozione e un linguaggio denso di immagini e suggestioni. Uno stile che si ritrova anche in Aquarium, nel quale la tragedia sullo sfondo è mediata dalle sensazioni vissute dai protagonisti nel loro rapporto di esseri umani. Presentato al Festivaletteratura di Mantova, a PordenoneLegge e al Taobuk di Taormina, Aquarium è una storia immersa nei conflitti del Medio Oriente, una favola utopica che trasforma la cruda realtà grazie all’incontro di un uomo e una donna che “reinventano l’amore”. Profondamente. Il viaggio di Ulises ha inizio a Tel Aviv con lo sguardo di uno straniero che arriva in un mondo nuovo, diverso, e si ritrova a lottare strenuamente per farsi comprendere e recuperare il rapporto con la sua famiglia. Il Paese che Ulisse si trova a vivere è un luogo devastato dalla violenza dell’Intifada, della guerra tra palestinesi e israeliani, e in qualche modo il contesto generale fa da sfondo e diventa simbolo e rappresentazione dei sentimenti che agitano il protagonista e delle difficoltà che è costretto ad affrontare. L’incontro con Irit, un’artista israeliana, sarà il punto di svolta della vicenda: le lingue sono diverse e non possono capirsi attraverso la parola, ma proprio per questo motivo inventeranno un linguaggio tutto loro, personale ed intimo, fatto non di parole, ma di sguardi, di tatto, di affetti e sensazioni. Marcelo Figueras è nato nel 1962 a Buenos Aires. Scrittore, sceneggiatore e giornalista, ha lavorato come reporter di guerra e ha pubblicato diverse opere di narrativa, tra cui El muchacho peronista e La batalla del calentamiento. Prima di essere un romanzo, Kamchatka (L’Asino d’oro 2014), vincitore del Premio Scanno 2014, nasce come sceneggiatura dell’omonimo film di Marcelo Piñeyro, che nel 2003 ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura al Festival del cinema dell’Avana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui