Foto di gruppo

E’ stato inaugurato il 18 gennaio, a San Nicola a Itri l’Ostello Ossigeno, un nuovo luogo storico riportato alla luce e reinserito nel circuito turistico laziale grazie al progetto Itinerario Giovani, finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che propone nuovi percorsi per il turismo e per la cultura lungo tutto il territorio laziale, con un progetto di riqualificazione di beni pubblici gestiti da organizzazioni under 35. Il taglio del nastro c’è stato alla presenza del presidente della Regione Nicola Zingaretti. Gestito dall’associazione giovanile Naturae APS, l’Ostello Ossigeno occupa e riveste le stanze di Villa Iaccarini – residenza nobiliare di inizio Novecento nel Parco Regionale dei Monti Aurunci– grazie ad interventi di ristrutturazione che hanno permesso di riaprire le porte di un luogo a lungo inabitato e che ora sarà un eco-ostello gestito interamente dai giovani. Costruita all’inizio del 1900 come residenza nobiliare di campagna, Villa Iaccarini è un immobile che ha ospitato negli anni diverse attività senza trovare una destinazione definitiva; ha inoltre subito un grave deperimento a causa della tempesta Vaia del 2018. Ha dichiarato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “C’è un altro sogno che si realizza figlio della buona gestione e del protagonismo dei territori. Un bellissimo ostello con 35 posti letto, un luogo meraviglioso, che dimostra che l’ambiente quando c’è passione, è anche opportunità di lavoro, di economia e di qualità della vita”. Ha aggiunto Lorenzo Sciarretta, delegato del Presidente della Regione Lazio alle Politiche Giovanili:“Villa Iaccarini, dopo anni di chiusura, torna a tutti i cittadini del Lazio con un progetto realizzato da ragazze e ragazzi, che impareranno un lavoro e contribuiranno al rilancio del territorio. Insieme al parco avventura Woodpark, l’avventura dei ragazzi dell’Ostello Ossigeno dimostra il potenziale del patrimonio naturale e dei giovani come volano per lo sviluppo economico”. Grazie agli obiettivi del progetto di Itinerario Giovani e al lavoro della Regione in sinergia con l’Ente del Parco dei Monti Aurunci – Villa Iaccarini diventa così un luogo di condivisione, gestito dagli under 35 dell’associazione giovanile Naturae APS per ospitare nuovi flussi turistici e portare le nuove generazioni alla scoperta del territorio, delle bellezze naturali e culturali. L’associazione è composta interamente da under 35 e nasce nel 2021 con l’obiettivo di creare occasioni per la fruizione innovativa e consapevole della natura. I fondatori, 5 giovani del comune di Fondi, provengono da varie esperienze quali associazionismo, volontariato, accoglienza turistica, marketing, e sono uniti dall’amore per la natura e la volontà di creare nuove opportunità nel loro territorio. Immerso completamente nel verde – a pochi passi dall’Ostello del Golfo di Gaeta e dal parco avventura Woodpark, due realtà gestite dai giovani e inaugurate grazie sempre all’intervento della Regione Lazio – l’Ostello Ossigeno nasce proprio per essere un eco-ostello, favorito non solo dalla posizione (e dal fatto che sia circondato da eccezionali aspetti floro-faunistici, idrogeologici e speleologici), ma anche dalle attività proposte. Itri e il Parco dei Monti Aurunci, grazie all’Ostello Ossigeno, diventano di fatto punto di partenza per escursioni e gare in mountain bike o a cavallo e proposte di trekking ed escursioni alla scoperta della natura, del folklore e dei piatti tipici. Più nel dettaglio, come hanno spiegato dalla Regione, “l’Ostello Ossigeno propone escursioni in notturna con osservazione astronomica, concerti a 1200 metri, corsi di cucina povera, escursioni con raccolta di erbe aromatiche, laboratori di riciclo alimentare, festival degli antichi mestieri sulla stramma e gli utensili artigianali e ornamentali, trekking sul monte Redentore con i pastori, trekking con la musica popolare della zampogna, con letture, racconti e degustazioni di cibi tradizionali e conferenze, mostre e laboratori interattivi su Bio e Geo Diversità. L’eco-ostello offrirà poi ampi spazi per ammirare la natura nei momenti di riposo. La struttura vanta infatti 35 posti letto, tre locali destinati a laboratorio e ampi terrazzi da cui si gode di una vista splendida su mare e monti”. Prosegue il progetto di Itinerario Giovani, che sta restituendo al territorio spazi in disuso o abbandonati, recuperandoli e convertendoli nel segno dell’ambiente, dell’accessibilità, della sostenibilità e dei giovani. Sono tanti gli spazi che sono stati riqualificati dalla Regione, dai Comuni e dagli Enti Parchi e saranno gestiti da organizzazioni under 35 “a misura” di under35. Agli ostelli e punti turistici già attivi – Ostello della Gioventù di Gaeta, Casa del Vento a Bagnoregio, Ostello Il Podernovo presso Acquapendente (VT), Ostello degli Orsini a Configni (RI), Ostello Colle Mordani (FR), dell’Ostello Farnese a Caprarola (VT), lo Spazio Officine CreAttive a Zagarolo (RM), lo spazio Ronciglione HUB a Ronciglione (RM), Spazio Tevere Point a Torrita Tiberina (RM) – ora si aggiunge l’Ostello Ossigeno e presto apriranno le loro porte anche l’Ostello Ex Caserma a Bassiano, il Polo Marino e il Polo Cittadino a Latina, il nuovo centro di sosta a Rieti nell’ex casa di riposo Manni, l’Ostello di San Lorenzo ad Arpino, l’Ostello del Cammino di Francesco a Rivodutri e lo spazio Porta del Parco ad Anguillara Sabazia – Parco Regionale Bracciano Martignano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui