Manifestazione

Si è costituito il tavolo permanente di confronto in Prefettura con le categorie commerciali più colpite dalle restrizioni anti Covid-19, per intercettare il disagio economico e accelerare l’erogazione delle risorse stanziate a livello europeo e nazionale, con il coinvolgimento dell’intero sistema della governance territoriale, è il risultato della riunione della mattinata del 27 ottobre del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, allargato alla presenza del Presidente della locale Camera di Commercio e di Confcommercio Lazio-Sud. Il compito del tavolo sarà quello di offrire un dovuto costante confronto alle categorie interessate e, in particolare, l’opzione di condividere con la Direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate le eventuali criticità nell’attribuzione dei ristori, in modo da assicurare l’efficace e tempestiva risposta alle preoccupazioni degli esercenti. A chiusura dell’incontro si è ribadita la necessità che siano rispettate le misure disposte dal DPCM per evitare un ulteriore aggravamento della situazione sanitaria. I sindaci di Latina hanno parlato a favore dei commericati, quelli più colpiti dalle disposizioni del governo: “Massimo impegno per contribuire ad accelerare l’iter dei ristori. Tutto il Paese sta vivendo un momento di grandissima difficoltà e alcuni settori stanno pagando più di altri le misure disposte dal Governo con l’ultimo DPCM. Il Consiglio dei Ministri ha da poco approvato il cosiddetto “decreto ristori” che prevede una serie di indennizzi per tutte le attività bloccate nell’emergenza. I Sindaci sono stati in prima linea per accelerare l’iter e faremo la nostra parte fino in fondo per assicurarci che le misure di sostegno arrivino in tempi brevissimi a chi ne farà legittimamente richiesta. Allo stesso tempo lanciamo un appello ai nostri concittadini: restiamo uniti e dimostriamo lo stesso senso di responsabilità che ci ha contraddistinto durante la prima fase della pandemia. Noi saremo al vostro fianco, al lavoro affinché nessuno rimanga indietro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui