LE VARIAZIONI FIBA DI FEBBRAIO ALL’ATTENZIONE DEGLI ARBITRI E DEGLI UDC DEL GAP LATINA

Tesserati del Gap di Latina all'aggiornamento del 28 febbraio
Tesserati del Gap di Latina all’aggiornamento del 28 febbraio
Gli istruttori Aniello Regine e Loretta Ceccano
Gli istruttori Aniello Regine e Loretta Ceccano

Giovedì 26 febbraio c’è stato il terzo appuntamento dell’aggiornamento degli arbitri e degli Ufficiali di Campo stabilito dal Settore Tecnico Arbitrale del C.I.A. regionale. A condurre questo aggiornamento tecnico sono stati congiuntamente gli Istruttori Aniello Regine (istruttore arbitri) e Loretta Ceccano (istruttore UdC).

Nella visualizzazione dei cambiamenti giunti attraverso la FIBA ci si è soffermati molto sull’art. 10.4 Status della palla , il vero è proprio articolo cambiato in quella parte, il quale stabilisce che se un giocatore in atto di tiro  e che finisce il tiro in movimento continuo prima che il fallo sia avvenuto, per cui se subisce fallo e il canestro viene realizzato la palla non può essere considerata morta, ed in aggiunta la situazione è ugualmente valida se un qualsiasi giocatore o il personale di squadra della formazione che in quel momento si trova in difesa commette un fallo tecnico, in definitiva questa è una situazione che si verifica di rado, anche perché se la palla entra in canestro viene considerata morta, quindi un canestro è convalidato a prescindere da questa situazione. Per quando riguarda gli altri articoli sia il 12 Salto a due e possesso alternato che il 14 Controllo della palla non mutano essenzialmente il loro contenuto, cambiano solamente alcune parti del discorso. Per l’articolo 16 Canestro: realizzazione e valore viene stabilito che se il valore del canestro è definito dal fatto che la palla  è entrata a canestro direttamente oppure su un passaggio è toccata un qualsiasi giocatore o tocca il terreno prima di entrare nel canestro, quindi Il valore di un tiro a canestro su azione è definito dal punto del terreno dal quale il tiro è stato rilasciato, da tre punti o da due punti a seconda della posizione del giocatore in atto di tiro. Gli articoli 18 e 19 Sospensioni e sostituzioni viene stabilito che se nella seconda parte di gara Se una squadra non ha utilizzato una sospensione nella seconda metà-gara prima che il cronometro di gara indichi 2:00 nel 4°periodo, il segnapunti traccerà sul referto 2 linee orizzontali nella prima casella del secondo tempo della squadra e Il tabellone segnapunti indicherà la prima sospensione come fosse stata utilizzata.  Per l’articolo  28 8 secondi Se la gara è fermata da un arbitro pur una qualunque valida ragione non imputabile ad alcuna delle due squadre ed, a giudizio degli arbitri, gli avversari venissero posti in condizione di svantaggio, il conteggio degli 8 secondi continuerà per il tempo residuo. Per quanto riguarda gli articoli Art. 29/50 24 Secondi, Art. 30  Ritorno della palla nella zona di difesa, Art.  35  Doppio Fallo, Art.  36 Fallo Tecnico, Art.  37  Fallo Antisportivo non cambiano il loro contenuto sostanziale. L’istruttrice Ceccano popi ha ribadito le nuove segnalazioni arbitrali ossia il non conteggio degli arbitri durante gli otto secondi in caso di display del 24 funzionanti, e in caso di rimessa l’arbitro coda abbassando il braccio da il via alla partenza del tempo con il cronometro di gara che deve essere azionato, e questo è un grande vantaggio per gli Ufficiali di Campo operativi al tavolo. Poi si ribadisce che se un giocatore prende il pallone con due mani il 24” deve essere resettato, se il controllo viene fatto scientemente con una mano no.

Infine come nota da segnalare  soddisfazione aver visto la nostra istruttrice provinciale Loretta Ceccano essere designata per la seconda semifinale di Coppa Italia di serie A a Desio (MI).

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *