Le suonate di Mozart per violino e pianoforte al Museo Archeologico di Formia

Locandina

Mozart fu un virtuoso del pianoforte e del violino; non stupisce quindi che abbia lasciato un segno profondo nell’evoluzione della sonata per i due strumenti. Nelle sedici Sonate che l’enfant prodige scrisse, lo strumento a tastiera dominava ancora su quello ad arco, ma dalle Sonate “Palatine ” dialogano in maniera paritetica. I due protagonisti di questo concerto sono Davide Alogna e Fiorenzo Pascalucci. Davide Alogna, violinista, ha una formazione musicale eclettica e internazionale. Nel 2016 ha debuttato da solista alla Sala Stern della Carnegie Hall di New York e nel  2017 da solista al Teatro alla scala di Milano. Ha iniziato una brillante carriera da solista e da camerista che lo ha portato ad esibirsi in alcune dalle sale da concerto più importanti in Italia e all’estero. suona un prezioso Carlo Antonio testore, Milano 1712. Fiorenzo Pascalucci, pianista, ha ricevuto nel 2016 per i suoi meriti artistici e la carriera internazionale il prestigioso Premio “Giuseppe Sinopoli”, istituito dalla Presidenza della Repubblica Italiana. Svolge un’intensa attività concertistica solistica, cameristica e con orchestra nelle più prestigiose realtà italiane e internazionali. Il concerto si terrà dalle ore 21,00 presso la Corte Comunale del Museo archeologico di Formia.

Il programma è il seguente:

Sonata for piano and violin in E Minor K 304 – I. Allegro, II. Tempo di minuetto.

Sonata for piano and violin in C major, K. 296 – I. Allegro vivace, II andante sostenuto, III. Rondeau Allegro

Sonata for piano and violin in F major, K 376 – I. Allegro, Ii andante, III. Rondeau. Allegretto grazioso.

Sonata for piano and violin in G major, K 379 – I. Adagio – Allegro, II. Tema con variazioni, Andantino cantabile – Allegretto.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *