Le ragazze della Under 16 della Sud Pontino Pallavolo hanno battuto le ragazze della Formia Volley per 3 a 0

Asd Sud Pontino Pallavolo: Grossi Giulia (Capitano) 6, Grossi Rosanna 12, Maggiacomo 19, Mastantuono Martina 21, Parrotta 8, Brongo, Di Matteo, Colaguori 8, Loris, Tomao 1, Lombardi (Libero). Allenatore: Nunzia Mitrano

Formia Volley Asd: Forcina Sara, Pannozzo 5, Mastantuono Noemi, Franzini 3, D’Angelis (Capitano) 11, Forcina Emma 8, Orefice, D’Urso, D’Angelo 4, Lerro 8, Di Russo 2. Allenatore: _________ Dirigente accompagnatore: Sergio D’Angelo

Arbitro: Massimo Maggiacomo di Itri

Parziali: 25 -11, 25 – 12, 25 -17

Una partita nel segno delle donne, e loro sono delle giovanissime donne, che hanno accolto l’invito della Fipav regionale che ha invitato nelle giornate del 23 e del 24 novembre, per ricordare le donne vittime di morte violenta, su tutti i campi della pallavolo regionale (Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo e province) le squadre, gli allenatori, il pubblico, i dirigenti e gli ufficiali di gara potranno mostrare simbolicamente il colore rosso, assunto come motivo di fondo della campagna di sensibilizzazione. Fazzoletti, bandane, striscioni, omaggi floreali ed ogni tipo di simbolo di colore rosso saranno in bella vista perché  dopo la straordinaria risposta dello scorso anno il CR si affida ancora una volta alla fantasia delle società per rappresentare al meglio una convinta e corale presa di posizione. Da gennaio a ottobre 2018 (ultimi dati rilevati) in Italia si sono verificati 106 casi di femminicidio, uno ogni 72 ore. Secondo l’Istat, Il 31,5% delle 16-70enni (6 milioni 788 mila) ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale: il 20,2% (4 milioni 353 mila) ha subito violenza fisica, il 21% (4 milioni 520 mila) violenza sessuale, il 5,4% (1 milione 157 mila) le forme più gravi della violenza sessuale come lo stupro (652 mila) e il tentato stupro (746 mila). Lo stesso presidente regionale Burlando lo ha detto molto chiaramente: “Diciamo tutti insieme no alla violenza sulle donne, con convinzione e fermezza. Con un semplice gesto possiamo fare la differenza, dando un messaggio importante a tutti i giovani che saranno gli uomini e le donne di domani. Questo è un tema drammatico, un’urgenza culturale e sociale che il movimento della pallavolo sente di dover affrontare con tutti gli strumenti di comunicazione e di sensibilizzazione a disposizione. Siamo convinti che le nostre società risponderanno come sempre presente all’appello”. Ed è stata proprio la fantasia delle giovani donne della Sud Pontino Pallavolo, seguite a ruota, ma non troppo a ruota, quelle della Formia Volley, la società che è nata dalle ceneri della Olimpia in quest’ anno agonistico, a fare un segno semplice ma nello stesso tempo molto significativo: le ragazze hanno preso un nastro di colore rosso ed hanno ornato con esso i loro capelli durante tutta la partita, così come i dirigenti si son legati al polso il nastro di questo colore che significa sangue e morte. Dopo questa bellissima nota di colore, dopo il momento del riconoscimento delle due squadre di questo derdy stracittadino tanto atteso, le due formazioni si sono presentate sul campo di gioco con le loro divise, le azzurre leonesse della Sud Pontino Pallavolo e il colore giallo della Formia Volley. Pronti, via, ed i primi cinque minuti sono stai di reciproco studio da ambo le parti, con  un leggero predominio delle ragazze allenate da Nunzia Mitrano, fino a quando non hanno deciso di salire in cattedra Martina Mastantuono e Alessia Maggiacomo, che hanno poi deciso, in attacco e in battuta, la vittoria del primo set per 25 a 11. Secondo set senza quasi storia in quanto la linea di gioco della Sud Pontino è stata quasi  la fotocopia del primo set, vinto agevolmente anche questo per il punteggio di 25 a 12. Il terzo set ha visto invece il ritorno delle formiane della Formia Volley che hanno deciso di giocare, contendendo punto dopo punto alle azzurre leonesse della Sud Pontino, fino ad arrivare al 17 pari quando per una amnesia arbitrale dovuta alla non rimembranza di un cambio effettuato e il conseguente giro cambiato delle rotazioni in campo, hanno creato una piccola confusione, che poi si è risolata con il controllo successivo effettuato dall’arbitro Maggiacomo. Superato questo momento di difficoltà gestionale, la super star che ha deciso l’incontro facendo delle giocate strabilianti, sia in attacco che poi in battuta, decidendo a favore della azzurre della Sud Pontino la vittoria finale è stata Martina Mastantuono, che ha fatto registrare la migliore prestazione da quando è cominciato il campionato della Under 16 del girone B. Buonissima prestazione di Alessia Maggiacomo, buona anche Rosanna Grossi che ha segnato punti anche in battuta, non benissimo la regia di Giulia grossi, e buon apporto delle altre ragazze che hanno dato il loro contributo alla causa. Per l’altra squadra formiana una spanna sopra le altre il capitano D’Angelis, ma bisogna ben dire che l’esperienza delle ragazze della Sud Pontino ha avuto sicuramente la meglio sulle pur brave e volenterose, ma inesperte ragazze della Formia Volley. Il prossimo turno dell’Under 16 prevede la trasferta delle azzurre della Sud Pontino in quel di Gaeta contro le pari età della Nuova Golfo, mentre il 1° dicembre la Formia Volley riceverà alla palestra del Filangieri di Formia la Pallavolo Minturno.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *