Le parole pronunciate da Gesù

Immagine 2 - Venite e VedreteUn lavoro monumentale, ma necessario e fondamentale, è quello degli esegeti, cioè coloro che interpretano in maniera critica un testo. Lavoro straordinario se lo si considera applicato ai testi sacri. Quello che è importante in questi lavori è la singola parola, così come è formulata. Proprio per questo le traduzioni sono lavori spesso dibattuti, controversi e di non facile soluzione. Per quel che concerne il Nuovo Testamento, nella versione canonica, è molto interessante fare una piccola operazione di conteggio, che è quella che abbiamo compiuto e i cui risultati completi sono raggiungibili sul nostro profilo su Academia.edu (qui). Si è trattato, molto semplicemente, di considerare solo le parole che Gesù ha pronunciato direttamente. E i risultati sono molto interessanti. Sia perché riguardano Gesù di Nazareth e, come tutte le cose che fanno a Lui riferimento, interessa sempre, credenti e non, sia perché possiamo fare da subito almeno una valutazione. Il termine significativo (come tutti i discorsi, scritti e orali, ci sono parole, come le congiunzioni, prive di significato che, ovviamente, ricorrono in numero molto elevato) che ricorre più spesso è Padre (222 ricorrenze). Segue Dio con 172 e Uomo con 161 (al quale va aggiunto uomini con 59 ricorrenze). Detto ciò colpisce la differenza di ricorrenze tra amore e verità (erroneamente messe in contrapposizione). Il termine amore compare 9 volte (con gli annessi amerai (5), amerà (4), amereste, amerebbe e amerò con una ricorrenza ciascuno). Il termine verità, invece, ricorre, da solo, 122 volte (più veri (1) e veritiero (3)). Ognuno tragga le proprie conclusioni o accetti quello che la Chiesa insegna in tal senso. Resta però, evidente, il dato numerico.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *