Polizia

Nella rissa di Borgo Montello dove è rimasto ucciso un 29enne, oltre ad esserci 10 feriti, la Polizia ha cominciato a fare le indagini per capire cosa è avventuo, oltre che eventualnmente prendere gli opportuni provvedimenti del caso. I partecipanti alla rissa si sono affrontati con dei bastoni in ferro, e sono stati anche esplosi alcuni colpi d’arma da fuoco che, fortunatamente, non hanno attinto nessuno dei partecipanti. Nella violenta baruffa sono 10 le persone rimaste ferite e ricoverate nei diversi ospedali della zona e dei comuni vicini, nessuno delle quali in pericolo di vita. La serata era iniziata con una festa organizzata dalla vittima, che era diventato padre da poco, nella sua abitazione nei pressi di via Monfalcone a Borgo Montello. Secondo una ricostruzione della Squadra Mobile che sta seguendo le indagini coordinate dallla Procura di Latina, erano presenti una cinquantina di connazionali del 29enne. La ricostruzione da parte degli investigatori stanno valutando una serie di ipotesi su come quella che doveva essere una serata da trascorrere in allegria si sia trasformata poi in tragedia con la violenta aggressione che ha portato al decesso del giovane. Al momento non risultano esserci fermi o arresti; la Polizia sta raccogliendo anche le dichiarazioni delle altre persone ferite e sta cercando di ricostruire le diverse versioni. Un lavoro non semplice per gli uomini della Squadra Mobile guidati dal vice questore aggiunto Giuseppe Pontecorvo.  Nella frazione di Latina, dopo l’allarme arrivato al 113, sono accorsi il dirigente ed il personale delle Volanti della Questura, subito coadiuvati dal dirigente e dal personale della Squadra Mobile che ha assunto le indagini. La Polizia Scientifica sul posto ha sequestrato due bastoni tubolari in ferro e tre bossoli esplosi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui