LE NOTIZIE DEL 26 LUGLIO 1862

HenryJ ohn Temple, primo ministro inglese
HenryJ ohn Temple, primo ministro inglese

L’Impero Asburgico non era assolutamente favorevole al riconoscimento del Regno di Prussia verso il Regno d’Italia sia perché era stato sconfitto nella Seconda Guerra di Indipendenza del 1859 da parte delle truppe alleate franco-piemontesi, ma anche perché sarebbe stato un riconoscimento esplicito nei confronti di una nazione che fino a tre anni prima controllava o direttamente attraverso i possedimenti del Lombardo-Veneto, sia indirettamente attraverso una fitta serie di alleanze trasversali determinati da parentele o da matrimoni. Il fatto è che questa alleanza poi portò alla rottura delle relazioni diplomatiche tra il Regno di Prussia e l’Impero Asburgico perché il regno di Prussia si voleva candidare come stato egemone per la guida dell’intero mondo germanico.

Nella camera dei deputati del Regno d’Italia si è ripresa nel frattempo la discussione sull’interpellanza presentata dal deputato Petruccelli Della Gattina. Mordini interviene per parlare dello stato di Roma contro la politica di Napoleone III decisamente papale. Il deputato Boggio chiede conto al primo ministro Rattazzi di quello che è accaduto a Marsala dove il sindaco aveva fatto circolare in forma scritta un proclama di Garibaldi, ed il primo ministro annuncia che il sindaco sarebbe stato destituito, in realtà Rattazzi appoggiava segretamente Garibaldi sperando che questo colpo di mano avrebbe portato presto Roma unita al resto del paese. Poi sono intervenuti nell’ordine i deputati Bertolami, Massari, Crispi ed Alfieri. Il giornale “Il Diritto” nel frattempo ha pubblicato un  proclama nel quale auspica che le popolazioni di Roma insorgono per dar modo all’Italia di intervenire e appropriarsi di Roma. Intanto vengono accettate le dimissioni del prefetto di Palermo marchese Pallavicino Trivulzio. Mentre lo stesso Petruccelli Della Gattina pubblica il volume I moribondi di Palazzo Carignano.

Alle due del pomeriggio uno scoppio nella polveriera detta del Passo Basso al molo Nuovo di Genova ha provocato 10 morti e numerosi feriti. Papa Pio IX intanto aveva ricevuto alle ore 12 il plenipotenziario inglese di religione cattolica Odo Russell per chiedergli se in caso di occupazione del territorio pontificio il governo inglese poteva accordargli ospitalità, ma il plenipotenziario rispose in modo generico. I principi reali visitano in questa giornata gli scavi di Pompei mentre da Palermo Garibaldi incita gli ungheresi all’insurrezione contro il tiranno austriaco.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *