Guglielmo Primo Re di Prussia
Guglielmo Primo Re di Prussia

Si diceva che nella giornata del 20 luglio il plenipotenziario italiano doveva farsi ricevere dal Governo del Re di Prussia per avere l’accreditamento quale rappresentante del regno d’Italia per riavviare le relazioni diplomatiche sospese per circa un anno dopo l’Unificazione avvenuta nel 1860 – 61. Infatti De Launay è stato ricevuto in udienza particolare dal Kaiser Gulielmo di Prussia presentandogli le sue nuove credenziali quale plenipotenziario del re d’Italia Vittorio Emanuele II.

Nello stesso tempo una  nota diplomatica del ministro degli Esteri della Prussia conte Bernstorff al suo plenipotenziario conte Brassier di Saint – Simon per annunziargli il riconoscimento del Regno d’Italia acconsentito del re di Prussia dopo le assicurazioni contenute nella nota del 20 marzo del ministro italiano agli esteri Durando.

Intanto sul fronte interno si registrano delle voci che vorrebbero dimissionario il Ministro della Giustizia Conforti causa la questione dell’abolizione della pena di morte di cui lui è favorevole, contrariamente alla maggioranza dei ministri.

Intanto a Roma circolano dei volantini clandestini e lettere che invitano i cittadini romani alle armi al grido “Italia e Vittorio Emanuele”.

Mentre a Napoli i principi reali accompagnati dal generale La Marmora visitano Caserta con la relativa reggia del Vanvitelli, San Leucio e Capua.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui