Dipinto

Un esempio di coloro che protestano per queste limitazioni della libertà personale per il covid in Francia hanno messo in evidenza un aspetto per le persone che sono coinvolte:

“Neanche il tempo di scrivere e pubblicare qualche spunto-ipotesi di pratiche contro il lasciapassare sanitario – vedi la parte finale de Covid-19, cure precoci, vaccini OGM e “green pass”: un contributo – che alcune “schegge di realtà” ci hanno già sopravanzato…

Durante le manifestazioni in Francia per il sesto sabato consecutivo, in alcune città – e magari in altre che non sappiamo – ci sono state delle interessanti aggiunte ai cortei di massa. A Marsiglia, centinaia di manifestanti – urlando «On va tout casser ! On va tout casser !», «Ora spacchiamo tutto! Ora spacchiamo tutto!» – hanno invaso e occupato un cantiere. A Bordeaux, decine di manifestanti hanno sollevato le saracinesche e sono entrati in un centro commerciale (ai centri commerciali in Francia si accede solo con il pass). Anche a Torino – città in cui scontri e altri fuori programma ci hanno più volte in passato fatto “entrare in Europa” (e nel mondo) … – è stata invaso l’atrio della stazione di Porta Nuova.

Dicevamo, anche, dell’importanza di elaborare canzoni e slogan contro il lasciapassare sanitario (ottimo modo non solo per dare ritmo ai cortei, ma anche per testare sul campo quanto risuonino i motivi della critica anticapitalista…). Con encomiabile prontezza, un compagno ci ha fatto pervenire i suoi suggerimenti (ne omettiamo uno, perché non condividiamo il dileggio e l’insulto a chi si vaccina). La sfida è ormai lanciata…

 1) Slogan con il classico ritmo da “Il proletariato non ha nazione”

Il vostro caro Fauci
Ha con-fes-sato
Può esser contagioso
Anche il vaccinato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui