Le linee guida di metà mandato del presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna

Eleonora della Penna

Dopo che sono stati confermati gli eletti del nuovo Consiglio Provinciale Eleonora della Penna, la presidente in carica, ha tracciato le linee guida di metà mandato:

“Iniziamo i lavori di questo secondo biennio della mia consiliatura con una serie di novità sul futuro del nostro ente, il referendum popolare ha sancito il permanere delle Provincie nella Costituzione, tuttavia non ha chiarito, e non poteva farlo, lo scenario entro il quale saremo chiamati ad operare nel prossimo periodo. La legge n.56/2014 (Delrio) avrebbe dovuto trasformare, ed in parte lo ha fatto, le Provincie in enti di area vasta con funzioni limitate alle sole fondamentali! I tagli imposti dalle Leggi di stabilità dal 2015 in poi, l’esodo forzato del personale ed i ritardi regionali relativi ai processi di riordino delle funzioni amministrative non più di competenza hanno determinato un’ appesantimento dell’azione di buon governo. Le Provincie oggi, sono guidate da sindaci e da un consiglio provinciale ridotto, eletto tra gli amministratori locali che non percepiscono indennità ma che svolgono i compiti delle ex giunte provinciali, ora abolite. Il referendum del 4 dicembre 2106 ha quindi segnato per le Provincie d’Italia un nuovo percorso ancora tutto da disegnare. Le riforme delle istituzioni e della pubblica amministrazione sarebbero arrivate ad una fase di stallo a discapito non della politica, ma dei cittadini, delle attività produttive, dell’intero paese. E’ arrivato il momento che gli amministratori si assumano la responsabilità di avviare un serio e produttivo lavoro di squadra che consenta di superare questo incerto quadro normativo che blocca il Paese. Responsabilità che devono essere condivise dal Governo centrale e dalle Regioni che attualmente sono titolari di una parte delle funzioni provinciali e che pertanto, proprio per questo, non possono rimanere sorde alle istanze che giornalmente ricevono, istanze che sono le stesse avanzate in ambito territoriale dei cittadini che esprimono esigenze legate alla necessità di vedersi garantiti i servizi.”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *