Con la riapertura e la proroga della mostra Antichità di Cori ospitata dal Museo della Città e del Territorio di Cori, riprendono anche gli eventi collaterali alla mostra: convegni, incontri, visite guidate che erano stati sospesi a causa dell’aggravarsi della pandemia di Coronavirus e la conseguente chiusura dei luoghi della cultura. Le celebrazioni dei 300 anni dalla nascita di Piranesi appena concluse vanno a innestarsi sulle celebrazioni per il 500° anniversario dell’apparizione della Madonna del Soccorso, patrona di Cori. Dalla fine di maggio riprenderanno le conferenze presso il Complesso Monumentale di S. Oliva di Cori i concerti in collaborazione con il Dipartimento di Musica Antica coordinatore M. Giorgio Matteoli del Conservatorio di Musica “O. Respighi” di Latina e le visite guidate “Piranesi nei luoghi di Piranesi” alla scoperta di monumenti e architetture immortalate da Piranesi e ancora oggi visibili a Cori. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina Facebook Piranesi a Cori per prenotare occorre inviare un messaggio Whatsapp al numero 3386001235.

I convegni scientifici
Sabato 29 maggio
Ginevra Mariani, Istituto Centrale per la Grafica
Giovanni Battista Piranesi incisore
Sabato 19 giugno
Andrea Grazian, Sapienza Università Roma
Piranesi: disegnare la città e reinventare l’antico
Domenica 18 luglio
Giancarla Sissa, ricercatrice di storia locale    
Donne, famiglie e società a Cori nel Settecento

I concerti
Domenica 20 giugno    

À deux viole
Amalia e Marco Ottone, Viola bassa
Musiche di Sainte-Colombe, Marais, Boismortier
Venerdì 2 luglio        
Il violoncello: la voce del barocco
Giorgio Matteoli, Daniele Pozzessere, violoncello barocco
Diego Procoli, spinetta
Musiche di Frescobaldi, Benedetto Marcello, Giacobbe Cervetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui