Coronavirus

Sta per partire nel Lazio la campagna vaccinale per i soggetti considerati estremamente vulnerabili, ma la confusione che si è creata in tal senso tra la popolazione su quali siano le patologie che identificano i soggetti di questa categoria e chiarirlo è una circolare del Ministero della Salute del 9 febbraio 2021.

L’assessorato alla Sanità della Regione Lazio chiarisce che sono tre i canali di reclutamento attivato per questa fascia di popolazione:

  • Attraverso le strutture dove sono in carico i pazienti per le cure e le terapie, da subito
  • Attraverso il medico di famiglia, da subito
  • Attraverso la prenotazione online che sarà attiva dalla mezzanotte del 4 marzo al seguente link: https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/main/home

La prenotazione online riguarda però, come precisa Salute Lazio, i soli pazienti titolari dei seguenti codici di esenzione: RHG010 – RF0100 – 046.340 – RFG101 – RF0180  – RF0181  – RF0182  – RF0183 – 018.277.0 – 008.571.2 – 008.571.5 – 008.571.6  – RDG010 – 065.758.0. In tutti gli altri casi l’accesso alla vaccinazione avviene attraverso le modalità 1 e 2. Per la prenotazione sarà necessario il codice esenzione  e la  tessera sanitaria. Al momento della prenotazione sarà possibile scegliere il luogo dove vaccinarsi, in base alla prima disponibilità utile. Per quanto riguarda invece i genitori o caregiver di soggetti che si trovano in assistenza domiciliare integrata sottoposti a ventilazione meccanica assistita, possono prenotare la vaccinazione attraverso il numero  06164161841 a partire dalle ore 7:30 del 4 marzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui