Il Virgilio di Gaeta

Continuano ad arrivare le adesioni al servizio, che è stato promosso dal Distretto Socio-Sanitario LT/5, del Centro Socio-Educativo diurno per minori. Ancora pochi giorni utili per la presentazione delle domande che dovranno pervenire entro il 30 settembre 2020 indirizzate al protocollo generale dei nove Comuni del Distretto Socio-Sanitario LT/5, tramite un plico debitamente chiuso e controfirmato su tutti i lembi di chiusura in maniera da garantirne l’integrità. Il plico, oltre al nome e all’indirizzo del mittente, dovrà riportare la dicitura: “NON APRIRE – DOCUMENTI – INSERIMENTO CENTRO SOCIO-EDUCATIVO DIURNO PER MINORI – DISTRETTO LT/5”. Il recapito dovrà avvenire a mano presso il protocollo generale dei nove Comuni del Distretto e farà fede la data e l’ora di consegna. Le attività, che inizieranno la fine di ottobre si svolgeranno tutti i giorni feriali in orario pomeridiano, escluso il sabato, presso il terzo piano dell’Istituto Scolastico “Virgilio” in Piazza “Mons. Di Liegro”, dove tra l’ altro sono in corso anche altri progetti. Successivamente saranno aperte ulteriori due strutture pressi i Comuni di Formia e Minturno. Dunque, un servizio gratuito per sostenere l’integrazione sociale dei ragazzi, con età compresa tra i 6 ai 14 anni, con difficoltà oggettive, che poi proseguirà fino al 31 luglio 2021. Ha commentato il sindaco Mitrano: “Si tratta di un’ iniziativa importantissima destinata ad una fascia d’ età delicata, a maggior ragione nella fase particolare che stiamo vivendo che preclude ai ragazzi i centri di aggregazione.. Mercoledì si chiuderanno le iscrizioni, la priorità verrà data ai minori provenienti da nuclei familiari con Isee più basso. Un supporto concreto, efficace per le famiglie che ne hanno necessità e a cui noi sentiamo di essere vicini”. Entusiasta per l’ avvio del progetto è l’ assessore Lucia Maltempo che si è detta particolarmente contenta. “C’è soddisfazione nel poter dare la risposta ad una delle difficoltà più avvertite. Non tutte le famiglie riescono a seguire i figli nelle loro attività scolastiche, non tutte possono permettersi un doposcuola. Quindi poter contare su un centro che in maniera gratuita possa accoglierli e seguirli è davvero importante.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui