L’avvocato Franco Conte della Confconsumatori contesta l’affermazione dell’Acqualatina Lombardi sulla torbidità


Articolo

Franco Conte, responsabile provinciale della Confonsumatori della provincia di Latina, ha contestato le affermazioni di Lombardi, amministratore delegato di Acqualatina, che ha scritto una lettera a Asl e sindaci per spiegare come ha intenzione di risolvere la torbidità dell’acqua, scrivendo a sua volta una nota: ” Acqualatina conferma di non essere in grado di risolvere il problema della torbidità. E i Sindaci cosa dicono? Hanno svolto i controlli sull’operato del gestore in tutti questi anni o si sono limitati a votare gli aumenti tariffari? La risposta di Acqualatina alla domanda “retorica” della ASL non si è fatta attendere ed oggi come già avevamo anticipato giorni fa la soluzione di Acqualatina non è risolvere la torbidità (eppure tanti studi e tanti soldi il gestore ha speso in tal senso) ma è un’altra:

1) I pozzi dell’Acerbara (peccato che trattasi di acqua salmastra)
2) Forma Del Duca (peccato che trattasi di acqua con arsenico)
3) La condotta da Cellole (peccato che sia acqua che la regione Lazio fornisce gratuitamente alla Campania e poi il gestore idrico di quest’ultima ci fa affari rivendendocela – come dire principe Totó ti hanno copiato l’idea!)

In sintesi la soluzione alla torbidità è la chiusura definitiva di Mazzoccolo e Capodacqua… E poi probabilmente arriveranno loro… I DISSALATORI!”

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *