Latina ha inviato una sturt up per l’innovazione all’Innovation week dell’Europarlamento per l’Italia

Adinolfi

Una azienda di Latina è l’unica start up italiana che in questi giorni sta partecipando a Bruxelles allInnovation Week, l’evento durante il quale vengono presentate agli eurodeputati le più importanti innovazioni in tema di alta tecnologia. L’eurodeputato pontino della Lega Matteo Adinolfi ha voluto incontrare i vertici della To Be srl, la start up che sta rappresentando l’Italia all’Europarlamento. A rappresentarla il Ceo Francesco Paolo Russo e l’esperto di sicurezza informatica Mauro Piva.  To Be si occupa di Lifi e Green 5G Technology:il LiFi (Light Fidelity) è la più innovativa e moderna tecnologia che consente la trasmissione dei dati tramite luce a Led.  E’ una tecnologia 5G in quanto soddisfa tutti i requisiti tecnologici in termini di velocità e performances della connettività di quinta generazione coprendo “l’ultimo metro“, connettendo l’utente finale alla rete. E’ in quest’ottica, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Tim, a Pompei la Start Up di Latina ha realizzato un percorso esperienziale per la fruizione del patrimonio culturale attraverso contenuti multimediali trasmessi dalla tecnologia Li Fi. Inoltre i ragazzi di Latina hanno realizzato per Alilauro Spa il #NettunoJet LiFi, la prima nave Li Fi al mondo dove i passeggeri possono accedere, attraverso la luce, a varie informazioni e contenuti utilizzando i loro smartphone. Con Enel l’azienda di Latina ha creato #EnelInnovationHubs: il primo hub tecnologico al mondo dotato di sistemi che consentono la fruizione dei contenuti e la navigazione bidirezionale Internet attraverso tecnologie Li Fi. Ha commentato l’europarlamentare Adinolfi: “Incontrare questi ragazzi di Latina, Francesco Paolo Russo e Mauro Piva giovani imprenditori italiani che si stanno facendo apprezzare in Europa per la qualità delle innovazioni proposte e per i servizi offerti dalla loro azienda, è motivo di immenso orgoglio. A maggior ragione perché miei concittadini. Spero che il loro esempio possa presto essere seguito da molte altre start up italiane, perché la creatività e l’ingegno dei nostri giovani meritano di essere premiati. Il nostro compito all’interno delle istituzioni europee è dunque quello di varare politiche che incoraggino sempre di più l’innovazione e la creatività, offrendo anche alle realtà emergenti l’opportunità di partecipare a bandi messi in campo dall’Unione Europea”.

Articoli Correlati

- No Comments on this Post -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *